,,
Virgilio Sport SPORT

Ex arbitro Marelli fa riscoppiare polemica Rizzoli-Ancelotti

Fa ancora discutere sui social lo sfogo del tecnico del Napoli

L’incontro in settimana tra il designatore Rizzoli e gli allenatori di serie A potrebbe davvero diventare un punto di svolta per diminuire sia gli errori degli arbitri che le polemiche anche se non tutti sono usciti soddisfatti dalla riunione. Fatto sta che se ne continua a parlare, anche con riferimenti costanti al botta e risposta tra Ancelotti e Rizzoli.

L’INTERVENTO – Sul tema è intervenuto anche l’ex arbitro Luca Marelli che sul suo blog ha esposto la sua versione dei fatti, sostenendo che non solo non è possibile eliminare gli errori ma, a maggior ragione, non si potrà eliminare la discussione perché esistono episodi che possono legittimamente essere interpretati diversamente da soggetto a soggetto.

IL CASO – Marelli parte dal celeberrimo contatto tra Kjaer e Llorente durante Napoli-Atalanta che ha dato lo spunto all’allenatore azzurro per polemizzare. Per Marelli non è un errore eliminabile: “E ciò non perché sia stata assunta una decisione sbagliata non assegnando il calcio di rigore. Non è certo un caso che, dopo alcune settimane, i commentatori (chiunque essi siano) non trovano una linea comune su quanto accaduto. Ed è anche sbagliato puntare il dito su Ancelotti o Rizzoli: l’allenatore chiedeva conto di un errore, il designatore lo ha ammesso ma, alla stesso tempo, ha precisato che secondo il suo parere Giacomelli doveva interrompere il gioco per assegnare un calcio di punizione a favore dell’Atalanta”.

IL VAR – Per Marelli il punto centrale è che il Var è certamente un ausilio importante ma non definitivo, perchè non potrà mai eliminare le discussioni: “Il punto su cui insistere, in ogni caso, è un altro: il VAR, in questa circostanza, non poteva in alcun modo intervenire, proprio perché si trattava di una fattispecie al limite, interpretabile a seconda della sensibilità arbitrale personale.”. L’errore, pertanto, non è da individuare nel mancato utilizzo del VAR ma nella mancanza di una decisione dell’arbitro.

LE REAZIONI – Fioccano le reazioni: “In merito all’intervento di Ancelotti, non capisco come possa affermare che “il VAR deve essere un mezzo di supporto all’arbitro centrale. Il VAR non deve decidere, ma deve essere l’arbitro centrale a decidere”.

LA POLEMICA – C’è chi dice: “Io, non ho mai ascoltato comunicazioni VAR/Arbitro tranne per qualche video/audio trovato su internet, ma non credo che il VAR dica all’arbitro “per me é rigore, fischialo e basta”. Al massimo dice “vai a rivedere l’episodio perché x me potrebbe essere rigore”, poi decide sempre l’arbitro centrale.

PRO ANCELOTTI – Un utente sottolinea: “Ancelotti sostiene che il VAR abbia deciso su quel famoso episodio…Rizzoli ha spiegato che via auricolare l’arbitro può dire “come la vedi tu?” al VAR e se questo risponde “procedi, non è fallo”, significa che abbiamo un problema: sta arbitrando il VAR! Quindi andrebbe chiarito che in casi dubbi l’arbitro deve andare a vedere più spesso, altrimenti si avrà sempre la sensazione che un suo “non intervento” sia dettato dal via libera del VAR che quindi sale in cattedra anche dove non dovrebbe”.

CONTRO ANCELOTTI – C’è però anche l’altra campana: “Il tono di voce, l’acredine, il “linguaggio del corpo” e l’esposizione verbale con cui mister Ancelotti ha polemizzato riguardo l’uso del Var mi è parso eccessivo e fuori luogo. E la risposta di Rizzoli, condivisibile nei contenuti, mi è parsa fin troppo pacata. Perchè Ancelotti non si è confrontato sul Var, ma ha accusato il Var ed il suo “protocollo d’utilizzo”. Non solo: ha addirittura fatto paragoni tra Rocchi e Orsato e gli altri arbitri riguardo il livello di “influenzabilità” che il Var avrebbe loro. Inelegante, direi”.

SPORTEVAI | 21-11-2019 09:42

Ex arbitro Marelli fa riscoppiare polemica Rizzoli-Ancelotti Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...