,,
Virgilio Sport

F1, a Singapore match point per un Verstappen a caccia di record

A Marina Bay, Max Verstappen avrà l'occasione per laurearsi campione, anche se le combinazioni sono quasi proibitive. Anche se non arriverà il titolo, si cercano comunque record personali.

28-09-2022 17:48

Dopo la pausa della scorsa settimana dovuta alla cancellazione del GP di Sochi, in Russia, per i noti motivi legati alla guerra con l‘Ucraina, la F1 suo sposta questo fine settimana a Singapore per il 17° appuntamento del Mondiale F1 2022.

Appuntamento molto importante questo per l’Olandese Volante Max Verstappen, che ha la prima occasione per laurearsi campione del mondo per la seconda volta consecutiva. A dire la verità è molto più probabile che la vittoria del Mondiale arrivi in Giappone, all’appuntamento successivo, ma matematica alla mano la possibilità che Verstappen lasci Singapore da campione esiste, eccome.

Proviamo a chiarire quali sono le combinazioni necessarie perchè ciò avvenga, aggiungendo anche qualche statistica per questo meraviglioso GP cittadino.

F1, Max Verstappen vince il Mondiale a Singapore se…

Al momento l’Olandese Volante ha un vantaggio abissale sui rivali, con 116 punti di vantaggio sul ferrarista Charles Leclerc e con 126 sul compagno di box in Red Bull Sergio Perez.

Ribadendo che è molto difficile, ma non impossibile, che Verstappen riesca a prendersi l’iride già a Singapore, queste sono le combinazioni perchè ciò accada:

  • Verstappen vince facendo il giro veloce, Leclerc chiude 8° o peggio e Perez finisce fuori dal podio
  • Verstappen vince, Leclerc chiude 9° o peggio e Perez finisce fuori dal podio (indipendentemente da chi effettua il giro veloce)

In linea teorica ci sono ancora ben tre piloti che potrebbero vincere il Mondiale, anche se ormai questo è saldamente nelle mani di Verstappen. A livello matematico, non solo Leclerc e Perez, ma anche George Russell, considerando i punti ancora in palio, potrebbe laurearsi campione.

F1, la classifica piloti e costruttori prima di Singapore

Riportiamo di seguito l’attuale situazione di classifica, sia piloti che costruttori:

Piloti:

  1. Verstappen Max – Red Bull – 335 punti
  2. Leclerc Charles – Ferrari – 219 punti
  3. Perez Sergio – Red Bull – 210 punti
  4. Russell George – Mercedes AMG – 203 punti
  5. Sainz Carlos – Ferrari – 187 punti
  6. Hamilton Lewis – Mercedes AMG – 168 punti
  7. Norris Lando – McLaren – 88 punti
  8. Ocon Esteban – BWT Alpine – 66 punti
  9. Alonso Fernando – BWT Alpine – 59 punti
  10. Bottas Valtteri – Alfa Romeo – 46 punti
  11. Magnussen Kevin – Haas – 22 punti
  12. Gasly Pierre – AlphaTauri – 22 punti
  13. Vettel Sebastian – Aston Martin – 20 punti
  14. Ricciardo Daniel – 19 punti
  15. Schumacher Mick – Haas – 12 punti
  16. Tsunoda Yuki – AlphaTauri – 11 punti
  17. Zhou Guanyu – Alfa Romeo – 6 punti
  18. Stroll Lance – Aston Martin – 5 punti
  19. Albon Alexander – Williams – 4 punti
  20. De Vries Nyck – Williams – 2 punti
  21. Nicholas Latifi – Williams – 0 punti
  22. Nicolas Hulkenberg – Aston Martin – 0 punti

Costruttori:

  1. Red Bull – 545 punti
  2. Ferrari – 406 punti
  3. Mercedes – 371 punti
  4. Alpine – 125 punti
  5. McLaren – 107 punti
  6. Alfa Romeo – 52 punti
  7. Haas – 34 punti
  8. AlphaTauri – 33 punti
  9. Aston Martin – 25 punti
  10. Williams – 6 punti

A Singapore quasi sempre si vince dalla Pole, Verstappen per il record

Questo è un tracciato nel quale le qualifiche sono davvero fondamentali, molto più che da altre parti essendo un circuito cittadino. Il 66,7% dei vincitori a Marina Bay è infatti partito dalla pole position (8/12). Solo Sebastian Vettel (3° nel 2012 e nel 2019), Lewis Hamilton (5° nel 2017) e Fernando Alonso (15° nel 2008) hanno vinto la gara partendo 2° o oltre.

Verstappen inoltre in questa occasione non cerca solamente il titolo iridato, ma anche un record personale. Infatti, se Max Verstappen vincerà a Marina Bay, l’olandese sarà il terzo pilota con il maggior numero di vittorie in un singolo anno in F1 (sarebbero 12), dietro solo a Michael Schumacher nel 2004 e Sebastian Vettel nel 2013 (13 ciascuno).

In conseguenza di questo, anche per la stessa Red Bull sarebbe un record. La scuderia di Milton Keynes ha infatti vinto 12/16 gare nel 2022, eguagliando il suo secondo miglior risultato in una singola stagione (12 nel 2011) e potrebbe eguagliare le 13 vittorie del 2013, il suo miglior anno in F1.

F1, a Singapore match point per un Verstappen a caccia di record Fonte: Getty Images

Leggi anche:

Caricamento contenuti...