Virgilio Sport

F1 Mondiale 2024, format Sprint Race e nuove regole: mini rivoluzione, novità Power Unit e DRS

La F1 Commission ha stabilito delle novità attese per il format delle Sprint Race. Ratificate delle modifiche anche per quanto riguarda il numero di Power Unit e l'attivazione del DRS

Pubblicato:

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Ci sono volute 4 gare ma alla fine .ecco all’orizzonte le tanto discusse Sprint Race. Le gare brevi, in tutto sei, inserite nel Mondiale di F1 2024 che generano sempre un po’ di polemiche, anche tra gli stessi piloti che poco le gradisocno a cominciare dal campione del mondo Max Verstappen. Si parte il 20 aprile in Cina.

Lo scorso febbraio la F1 Commission, organo deputato ala valutazione e alle modifiche regolamentari della più importante serie motorsportiva al mondo ha definito alcune novità regolamentari per il campionato in corso. E per l’occasione si è stabilito anche il nuovo format della Sprint Race, ma non solo: dal consesso sono arrivate delle decisioni per quanto riguarda le power unit e il DRS.

La precedente riunione della F1 Commission

Nell’ultima convocazione avvenuta lo scorso novembre a Yas Marina la commissione aveva preso delle decisioni riguardo alcuni aspetti come il bando alle termocoperte dal 2025 e all’Alternative Tyre Allocation dal 2025, oltre a stabilire per i team che i lavori di sviluppo per le monoposto 2026 non sarebbe iniziati prima dell’avvio del 2025. All’ordine del giorno anche la vexata quaestio delle Sprint Race, su cui però non si era arrivati ad una quadratura giacché allora il calendario del Mondiale 2024 non era stato ancora ufficializzato.

Come cambia il format nei fine settimana delle Sprint Race

Ma già allora aleggiava una proposta, ovvero traslare la Sprint Shootout nella finestra del venerdì pomeriggio, e al sabato mattina le qualifiche per la gara di domenica. Ebbene, nella prima riunione della F1 Commission 2024 si è arrivati a mettere un punto sui propositi di razionalizzazione del format, richiesti anche dagli stessi piloti e team (tra le preoccupazioni avanzate, la gestione delle gomme, sacrificate nelle Sprint in virtù della gara vera e propria).

Definito infatti il calendario 2024 e i sei appuntamenti Sprint (nei GP di Shangai, Miami, Austria, Stati Uniti, Brasile e Qatar), la commissione ha deciso che il venerdì sarà il giorno dedicato alla prima sessione delle prove libere e alle qualifiche Sprint Shootout. Sabato mattina sarà la volta della Sprint Race, e non più il pomeriggio, in cui invece si disputeranno le qualifiche per la gara domenicale.

Definito il numero delle Power Unit per stagione

Altro punto all’ordine del giorno della F1 Commission, che si è riunita alla presenza anche del presidente e amministratore delegato della F1 Stefano Domenicali e del delegato responsabile delle monoposto in FIA Nicholas Tombazis, è stato quello relativo al numero massimo di Power Unit che i team possono utilizzare lungo la stagione. La riunione ha confermato l’incremento da tre a quattro unità per ciascun pilota, e che varrà sia per la stagione 2024 che per quella 2025.

Novità anche per l’attivazione del DRS

Infine, un terzo importante fronte di discussione ha riguardato il DRS e la sua attivazione. Sino alla stagione 2023 l’ala mobile poteva essere azionata dai piloti nei primi giri solo in occasione delle Sprint Race. L’esperimento però ha dato buoni frutti, e così da quest’anno il DRS sarà attivabile sin dal primo giro (e non più a due giri dal semaforo verde) anche nelle gare. Inoltre l’ala mobile si potrà usare anche nelle ripartenze a seguito di un periodo di Safety Car.

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...