,,
Virgilio Sport

F1, GP Canada: trionfa Verstappen, la Ferrari sbaglia ancora. Le pagelle

L'olandese vince anche a Montreal e scappa via nella classifica mondiale, ma soffre fino alla fine di fronte a un gran Carlos Sainz. Terzo posto per Lewis Hamilton, Charles Leclerc chiude quinto dopo essere partito ultimo, ma il monegasco paga un errore del team durante il pit stop.

19-06-2022 21:43

Una settimana dopo il disastro di Baku la Ferrari è tornata. Il weekend del GP del Canada a Montreal non ha restituito una Rossa vincente, ma quantomeno in grado di lottare alla pari con la Red Bull, che ha però incamerato altri 25 punti grazie al secondo successo consecutivo di Max Verstappen, che ha così perfezionato la fuga in classifica già avviata in Azerbaijan.

F1, in Canada la Ferrari è seconda con Sainz: vince Verstappen, il box “stoppa” Leclerc

A Maranello ci si deve quindi accontentare del secondo posto di Carlos Sainz, costretto ancora a rinviare l’appuntamento con la prima vittoria in carriera, mentre la rimonta di Charles Leclerc, partito dall’ultima posizione dopo aver montato il quarto esemplare del motore termico, di Mgu-H e K e del turbo, si è fermata al 5° posto a causa di un errore al pit stop del 42° giro, che ha fatto perdere un secondo al monegasco.

Un altro brutto inconveniente quindi per la Ferrari, di quelli che non dovrebbero avvenire mentre si lotta per il Mondiale, mentre sul piano dell’affidabilità proprio il cambio della terza power unit stagionale non rende possibile esprimere giudizi dopo i problemi del Montmelò e di Baku.

Da segnalare però il ritiro di Sergio Perez, tradito dal motore: segnali inquietanti quindi sull’affidabilità anche in casa Red Bull. A completare il podio il redivivo Lewis Hamilton, che per la seconda volta in stagione (la prima al debutto in Bahrain) precede George Russell nel circuito che l’ha visto sette volte vincitore. Verstappen sale a quota 175 punti, a +46 su Perez e a +49 su Leclerc: la boa di metà Mondiale non è ancora stata toccata, ma il vantaggio sembra già quasi incolmabile.

F1 a Montreal: la gara, lotta Red Bull-Ferrari a colpi di strategia

Verstappen, partito in pole, sgomma subito al via, mentre Sainz scalza Alonso dalla seconda posizione. Al 9° giro il ritiro di Perez fa scattare la Virtual Safety Car della quale approfitta proprio Verstappen con il pit stop.

Dopo la propria sosta Sainz riesce a difendersi da un Hamilton combattivo come non mai in stagione e inanella giri veloci per avvicinarsi all’olandese. La missione riesce così al 43° giro, poco dopo il pasticcio al box Ferrari con Leclerc, si ferma l’olandese per problemi alle gomme hard.

Il primo posto di Sainz dura sei giri, la Ferrari prova l’undercut per giocarsi la vittoria, poi la safety car per l’incidente di Tsunoda regala un finale vibrante: Sainz si avvicina fino a 4 decimi e ha gomme più fresche, Verstappen è sotto pressione, ma non sbaglia niente e il sorpasso finale non riesce al ferrarista.

F1, GP Canada: l’ordine d’arrivo

1 Max Verstappen (Red Bull)

2 Carlos Sainz (Ferrari) +00:00.614

3 Lewis Hamilton (Mercedes) +00:03.282

4 George Russell (Mercedes) +00:07.681

5 Charles Leclerc (Ferrari) +00:10.432

6 Esteban Ocon (Alpine) +00:14.437

7 Fernando Alonso (Alpine) +00:16.835

8 Valtteri Bottas (Alfa Romeo) +00:19.217

9 Guang Zhou (Alfa Romeo) +00:21.617

10 Sebastian Vettel (Aston Martin) +00:23.997

F1, GP Canada: le pagelle

Max Verstappen 9: la sesta vittoria stagionale, prima in carriera a Montreal, vale qualcosa più di una fuga in classifica. Successo solo lievemente più sofferto di quanto si poteva pensare dopo il dominio in qualifica, nonostante l’astuta mossa del pit stop in regime di Virtual Safety Car. Sainz lo fa soffrire fino alla fine, ma Super Max sotto pressione non sbaglia un colpo. Il motore rotto di Perez, però, lo fa preoccupare in chiave futura…

Carlos Sainz 7.5: lo spagnolo torna per una domenica il pilota grintoso della scorsa stagione. Bene in partenza, complice una buona strategia riesce ad andare oltre le aspettative della vigilia, lottando fino alla fine per il successo. Nel finale, però, ci si sarebbe aspettato un pizzico di intraprendenza in più viste le gomme più fresche rispetto a Verstappen.

Charles Leclerc 7.5: nonostante l’ultima posizione al via, alla luce del motore nuovo e della superiorità del mezzo si aspettava di lottare ai margini del podio. Obiettivo alla portata, però il pasticcio ai box (provocato anche da un ingresso non perfetto…) rovina tutto. Nel finale si fa prendere dalla foga e rischia con qualche sorpasso azzardato.

Lewis Hamilton 7.5: giusto in tempo evita di eguagliare il proprio record negativo di gare senza podio (8 nel 2009). Il 3° posto è un topolino per un sette volte campione del mondo, sverniciato in pista da Verstappen e dalle Ferrari, ma la Mercedes inizia a dare risposte e la prima volta davanti a Russell vale una ripartenza…

George Russell 7: la prima volta dietro il compagno di squadra è tutt’altro che amara, perché l’inglesino confeziona un’altra corsa solida e di personalità considerando un mezzo non all’altezza di Ferrari e Red Bull. Non sbaglia una virgola e non perde mai lucidità, particolare non scontato alla sua età. Nona volta su nove nella top 5.

Ferrari 5.5: voto “sospeso”, considerando che per capire gli eventuali benefici dell’azzardo sul cambio di motore, che ha di fatto sacrificato la gara canadese in favore di quelle in Inghilterra e Austria, bisogna aspettare. Il pasticcio nel pit stop con Leclerc conferma come i problemi, quest’anno, non riguardino i piloti…

F1, GP Canada: trionfa Verstappen, la Ferrari sbaglia ancora. Le pagelle Fonte: Getty Images

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...