Virgilio Sport

Federica Cappelletti, il gesto per l'ultimo desiderio di Paolo Rossi

La moglie del campione, Federica Cappelletti, ha desiderato offrire un ricordo speciale nel primo anniversario della morte di Paolo Rossi, eroe irripetibile di un Mondiale e di un calcio magnifici

Pubblicato:

Federica Cappelletti non tralascia nulla, del suo passato e del suo presente che vive senza Paolo Rossi, suo marito e padre delle sue due figlie. “Oggi è veramente difficile”, ha detto ai microfoni di Rtl, ospite del programma Non Stop News per ricordare il campione di vita e di calcio che è stato Pablito, un uomo capace di sostare nella memoria degli appassionati sempre e per sempre.

“E’ da ieri che non faccio che ricevere messaggi, tante testimonianze – ha continuato – Sono giorni un po’ complicati. E’ stato un anno difficile: un anno in cui inizialmente mi sentivo dentro una lavatrice, quindi ero un po’ frastornata da tutto quello che stava succedendo, dalla perdita di Paolo”.

Un anno senza Paolo Rossi

Come sa fare Federica, il dolore e quell’esperienza devastante si sono fissate in parole perché una giornalista, una scrittrice, una persona dotata di sensibilità come lei quel vissuto può fermarlo solo così. ‘Per sempre noi due – Le nostre parole d’amore’, ne è la testimonianza:

“Scrivere questo libro per me è stata una terapia, un voler lasciare Paolo sulla carta rendendolo indelebile in qualche modo. Negli ultimi giorni in ospedale parlavamo molto di noi – ha ricordato – abbiamo rivisto tante foto di momenti vissuti insieme e lui a un certo punto mi ha chiesto di non dimenticare il nostro amore e di non disperderlo. Da quel momento mi sono chiesta quale fosse il modo migliore per non disperderlo, anche se nel mio cuore sarebbe rimasto per sempre, ma volevo qualcosa di più anche per le mie figlie perché loro continuassero a viverlo anche nel tempo affinché si rendessero conto dell’amore che le ha generate. Ho iniziato a scrivere da subito questi ricordi”. “Mattinate intere a piangere quando le bimbe non mi vedevano, però è stato anche terapeutico perché ho buttato fuori tanto dolore”, ha ribadito Federica.

Paolo Rossi: l’ultimo incontro con le figlie

Pablito era stato colpito da un tumore che non gli ha permesso di andare oltre, fermato da un male che si era manifestato pochi mesi prima della sua scomparsa.

“Ho voluto portare le bambine in ospedale, nonostante i medici me lo avessero sconsigliato, perché conoscendoli tutti e tre sapevo che lui non sarebbe andato via sereno e che loro non avrebbero mai accettato di non averlo visto per l’ultima volta – ha spiegato -. Andando contro il parere dei medici, lo prendo, lo porto fuori dall’ospedale con una carrozzina e gli faccio salutare lì le figlie e lo riporto dentro. In realtà sono stati carini: hanno assecondato questa mia richiesta. Devo dire che la luce negli occhi di Paolo quando ha visto le bambine è un’immagine che non dimenticherò mai. Ha fatto bene a tutti e tre, poco dopo Paolo si è addormentato e le bambine hanno capito che era veramente l’ultima volta che salutavano il loro papà”.

Paolo Rossi e l’ultimo viaggio con la famiglia alle Maldive

L’ultimo viaggio di famiglia, alle Maldive, per rinnovare le promesse ha segnato il prima e il dopo per la loro vita insieme perché una volta rientrato, Rossi ebbe l’esito degli esami effettuati per capire il perché di quel malessere.

“Prima che arrivasse il verdetto del tumore di Paolo, abbiamo fatto una bella vacanza alle Maldive e lì abbiamo rinnovato le promesse di matrimonio. Con le bimbe abbiamo messo nella valigia i nostri vestiti da spose e damigelle e l’abito di Paolo e siamo partiti, per cui è stato molto bello – ha raccontato – Lui non si aspettava davvero nulla, quando si è reso conto e ha visto tutto organizzato in riva al mare ha detto che solo i russi avrebbero potuto sposarsi lì, alla fine ha scoperto che eravamo noi e si è commosso. E’ stata una cerimonia molto bella, intima e suggestiva. Per fortuna rimane questo bellissimo ricordo per me per le bimbe”.

Il ricordo del loro amore

Su Instagram, Federica ha voluto ricordare il legame che li ha uniti. In un lungo e intenso post, pubblicato sul suo profilo, la moglie del campione ha cercato di mettere insieme le emozioni e i ricordi di una vita spesa insieme:

“Sono andata a ritroso nel tempo e l’ultima fotografia che ci immortala insieme, con il sorriso, durante la nostra durissima battaglia è questa. Luglio 2020, pochi mesi prima di oggi, un anno fa. Ancora le speranze facevano da padrone, tu con il tuo solito carisma avevi voluto partecipare ad una serata di beneficenza a Prato. Perché lo avevi promesso, perché volevi sfidare la malattia, perché cadere e rialzarti faceva davvero parte di te. Ti avevo assecondato, anche se ho avuto paura di non poterti proteggere come ho sempre fatto. Ma tu hai deciso, siamo andati ed è stato bello vederti ancora forte e deciso sul palco, ottimista, con il tuo immancabile sorriso. Bello, magro, molto magro, ma bello. Il mio EROE. Da quella sera non siamo più usciti, non è stato più possibile. Non hai più guidato la tua auto e a me piaceva tanto farmi trasportare da te e rilassarmi al tuo fianco. Non mi hai più protetta come facevi ogni giorno, perché avevi troppo bisogno che io proteggessi te, non mi hai più detto: amore, quest’anno facciamo un viaggio che ti piacerà! Nulla di tutto questo, ma i tuo sorriso e il tuo amore non me li hai mai negati, fino alle ultime ore di vita. Mi hai insegnato la vita, mi hai insegnato il coraggio, mi hai insegnato che AMARE è un dono e per SEMPRE ti amerò…. È un anniversario con le lacrime Paolo, non potrebbe essere altrimenti. Scusami per questo. Ma oggi è più dura del solito. Ti stringo forte, ovunque tu sia ❤️”.

VIRGILIO SPORT

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...