,,
Virgilio Sport SPORT

L'indifferenza ingiustificata al Pallone d'oro per Paolo Rossi

Il gesto riparatorio, soluzione in extremis, non rimedia alla mancanza di riconoscimento e attenzione nei riguardi di chi come Paolo Rossi ha vinto con merito il Pallone d'oro

02-12-2021 12:34

Federica Cappelletti, sua moglie, lo aveva ricordato al pari della rabbia che prova e non trova sfogo in un’intervista scomoda, che, forse alla luce di tanta cinica indifferenza, costituiva un tributo a quel popolo di Pablito che lo ama e lo rispetta, anche oggi. Come dimostra adesso, come ha dimostrato all’indomani della sua tragica scomparsa.

Oggi che a un anno di distanza si dimentica la sua immensa qualità, professionale e umana, che lo ha reso per noi e con noi Paolo Rossi: anche durante la cerimonia del Pallone d’oro ci si sarebbe aspettati quella dedizione, quella gratitudine che, invece, è stata del tutto assente nei suoi riguardi.

Pallone d’oro: l’indifferenza nei confronti di Paolo Rossi

Per Paolo Rossi, nella notte che ha sancito il settimo riconoscimento per Leo Messi, non si è speso quel che si doveva al giocatore che ha segnato il riscatto di un’Italia ingenua e appassionata e che è rimasta fissata nelle immagini cardine di quel Mondiale spagnolo, tra Enzo Bearzot e il presidente partigiano, Sandro Pertini. L’omaggio, scarno ed essenziale, è stato riservato a Diego Armando Maradona, a Muller. A Pablito il nulla, un silenzio assordante.

Eppure di Palloni d’oro ce ne sono stati, la dimenticanza sarebbe stata involontaria e forse ancora più incomprensibile perché Paolo Rossi quel riconoscimento lo aveva fatto proprio davanti ad Alain Giresse e Zbigniew Boniek nel 1982, anno di trionfo al Mondiale in Spagna, vinto da capocannoniere.

Contattato dalla Gazzetta, il responsabile del mensile, nonché del premio, Pascal Ferré ha glissato:

“Non voglio entrare in questo tipo di polemiche perché ogni cosa dicessi sarebbe male interpretata. Non si può leggere ogni aspetto della cerimonia, che si vuole festiva, in chiave polemica. Preferisco non rispondere e se ce ne fosse mai bisogno, ne parlerò direttamente con la famiglia Rossi”.

Il tentativo di riparare dopo l’offesa a Paolo Rossi

E nella serata gli organizzatori si sono scusati con Federica Cappelletti, la vedova del campione, promettendo di rimediare a gennaio con un’altra cerimonia. Federica, giornalista e scrittrice, deciderà come meglio crede e qualunque valutazione, da parte sua e dei figli di Paolo Rossi, sarà legittimata proprio da quel tributo d’amore e gratitudine che mai lo ha abbandonato.

VIRGILIO SPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...