Virgilio Sport

Football NFL, Super Bowl 2024 Kansas City Chiefs-San Francisco 49ers: le info e dove vederlo

Chiefs contro 49ers è sfida tra mondi opposti: Mahomes contro Purdy è il confronto inedito, Shanahan vuole la rivincita su Reid. La vera domanda è un'altra: ci sarà Taylor Swift?

Pubblicato:

Roberto Barbacci

Roberto Barbacci

Giornalista

Giornalista (pubblicista) sportivo a tutto campo, è il tuttologo di Virgilio Sport. Provate a chiedergli di boxe, di scherma, di volley o di curling: ve ne farà innamorare

Arriva il Super Bowl, ma in America è piuttosto un altro arrivo a monopolizzare attese, previsioni e (udite udite) pure scommesse: è quello di Taylor Swift, che dal Giappone dovrà tentare di tornare a tempo di record per prendere posto all’Allegiant Stadium di Las Vegas, osservando dal vivo l’amato Travis Kelce intento a dare l’assalto al terzo titolo NFL della carriera. E a quel punto tutti potranno esclamare a gran voce che la favola avrà avuto il suo lieto fine, con i Kansas City Chiefs capaci di estendere una volta di più il loro dominio sulla lega più famosa al mondo (sono alla quarta finale in cinque anni: per ora il bilancio recita due vittorie e una sconfitta).

Kansas City gioca per la gloria: da Natale non ha sbagliato nulla

Una volta appurato se la cantante statunitense sarà o meno sugli spalti, KC Chiefs e San Francisco 49ers potranno davvero riportare l’attenzione degli oltre 120 milioni di telespettatori collegati (se si considerano quelli fuori USA saranno molti di più) sul gridiron, con i californiani decisi a vendicare il ko. subito quattro anni fa nel primo Super Bowl conquistato da Mahomes e compagni.

Che quest’anno però non era attesi all’ultimo atto, almeno non dopo che tra novembre e dicembre avevano inanellato una striscia di 5 sconfitte in 7 gare (l’ultima nel giorno di Natale in casa contro i Raiders, nemmeno qualificati ai play-off), tale da metterne persino in dubbio la partecipazione alla post season.

Le vittorie contro Bengals e Chargers (11-6 lo score di regular season) hanno rianimato una squadra che come da copione, una volta che sono arrivate le sfide da dentro o fuori, ha risposto presente: Mahomes non aveva mai vinto una gara di play-off in trasferta ma ne ha conquistate due, espugnando Buffalo e poi eliminando Baltimore che era la testa di serie numero 1 della lega (in precedenza i Chiefs avevano battuto in casa i Dolphins). Hanno ribadito il concetto che appartiene alle grandi squadre: quando sono sotto pressione, i conti sanno sempre come farli tornare.

San Francisco stavolta vuole andare fino in fondo

San Francisco ha avuto un andamento decisamente più lineare nel corso della stagione, issandosi in fretta in vetta alla National. Ha accusato una flessione forte a ottobre, perdendo tre gare di fila contro Browns, Vikings e Bengals, poi però ha ripreso a correre e le ultime due sconfitte contro Ravens e Rams non le hanno impedito di conquistare la migliore testa di serie della propria conference, evitandole anche il Super Wild Card.

Nei play-off però s’è salvata due volte per il rotto della cuffia, spuntandola in rimonta tanto sui Packers, quanto sui Lions, vincendo entrambe le partite con tre soli punti di scarto, denotando però qualche pausa di troppo nel corso delle partite. E su quei blackout i Chiefs proveranno a imbastire l’ennesima perla della loro dinastia.

Due quarterback, due destini opposti: Mahomes vs Purdy

San Francisco non vince un Super Bowl dal 1995 e ne ha persi due nell’ultimo decennio, nel 2013 contro i Ravens, nel 2020 appunto contro i Chiefs. Sulla carta è la squadra favorita, con i bookmakers che la danno appena avanti, seppur non così avanti come la stagione vorrebbe far credere.

Chiaro che molto del destino dei 49ers passerà dalle mani di Brock Purdy, il quarterback all’esordio assoluto in un Super Bowl: “Mr. Irrelevanet”, scelto alla numero 262 nel Draft 2022 (ultima chiamata assoluta di quella selezione), ha smentito in fretta chi lo considerava appunto “irrilevante”, arrivando lanciare per più di 4.280 yards in stagione, nuovo record di franchigia. Non si fossero infortunati prima Lance e poi Garoppolo nella passata stagione, probabilmente sarebbe rimasto confinato in panchina ancora per molto.

Ma l’America dello sport sa spalancare porte come nessun’altra nazione: Purdy ha colto l’attimo e adesso sfiderà Mahomes, il migliore della sua epoca, l’uomo da 45 milioni di dollari a stagione (Brock quest’anno non è arrivato a guadagnarne uno: il suo contratto ne prevede 950mila a stagione fino al 2026), quello che ha preso per mano i Chiefs nel momento più nero e l’ha ricondotti sul sacro suolo del Super Bowl.

Chiaro però che stavolta tutti (o quasi) tiferanno Purdy. Perché in lui è facile identificarsi, trattandosi del ragazzo qualunque che arriva nel giardino dei grandi. Mahomes avrà tempo per continuare la rincorsa ai 7 anelli di Brady: questa deve essere la favola di Purdy.

Pedine chiave: Kelce è l’uomo Chiefs, ma SF ha tante risorse

Però ci sarebbe anche l’altra favola, quella di Travis Kelce. Che è una pedina chiave negli automatismi di KC: Mahomes lo pesca spesso e lui si fa trovare pronto, come dimostrano le 11 ricezioni effettuate contro i Ravens. Lui e Isiah Pacheco sono i terminali offensivi più pericolosi, e la velocità di quest’ultimo potrebbe mettere seriamente in crisi la difesa di San Francisco.

Dall’altra parte, due i sorvegliati speciali di Steve Spagnuolo, il coach della difesa dei Chiefs: Christian McCaffrey e Deebo Samuel sono i giocatori ai quali tutta San Francisco chiede di mettere a ferro e fuoco gli automatismi di Kansas, come già mirabilmente fatto nei secondi tempi delle due gare vinte contro Packers e Lions.

Ma i 49ers chiederanno anche a Kyle Juszczyk di far saltare il banco: contro Detroit il fullback ha cantato e portato la croce, prezioso tanto in difesa quanto in attacco, e tatticamente rappresenta un elemento in grado di scardinare i piani di qualsiasi coach avversario. Tanto quanto in casa Chiefs proverà a fare L’Jarius Sneed, fondamentale nel successo sui Ravens quando ha impedito a Jackson di trovare i compagni nei drive decisivi.

La rivincita degli head coach: Reid va per la storia

L’altro grande motivo di interesse riguarda i due head coach, che si ritrovano di nuovo da avversari a quattro anni dalla prima volta: Andy Reid è il guru di Kansas, l’uomo che ha elevato al massimo livello possibile il talento di Pat Mahomes, il coach che tutta la lega invidia e che tutti vorrebbero avere (non è escluso che la fine della sua avventura ai Chiefs sia imminente, indipendentemente dall’esito della sfida).

Kyle Shanahan non è più il giovane che nel 2020 si affacciava per la prima volta al Super Bowl, quasi da imbucato alla festa: negli anni ha saputo dare ai 49ers un gioco e una continuità che non si vedevano da decenni, passando anche per i guai capitati lo scorso anno ai quarterback titolari, ma trovando in Purdy un diamante grezzo da sfruttare. La voglia di prendersi una rivincita è grande, ma San Francisco dovrà essere perfetta, specie in avvio di partita, provando a limitare errori e blackout. Così fosse, allora le chance di interrompere un digiuno che nella baia dura da 29 anni saranno decisamente elevate.

A che ora comincia il Super Bowl e dove vederlo

Il Super Bowl LVIII è in programma alle 00,30 italiane della notte tra domenica 11 e lunedì 12 febbraio, e sarà trasmesso in diretta in chiaro da Italia 1 e tramite abbonamento dalla piattaforma Dazn, che ha seguito tutta la stagione NFL.

I Kansas City Chiefs sono i detentori del Vince Lombardi Trophy, conquistato lo scorso anno contro i Philadelphia Eagles in una gara a punteggio alto, terminata 38-35 per Mahomes e compagni.

Al solito grande sarà l’attesa sia per quel che riguarda l’aspetto sportivo, sia per quello legato allo spettacolo, con il tradizionale halftime show quest’anno affidato a Usher, mentre l’inno prepartita verrà cantato da Reba McIntyre. Ma tutti gli occhi del mondo, come detto, saranno rivolti ai palchi vip, sperando di scorgere il volto di Taylor Swift. La cui sola presenza sarebbe capace di aumentare di almeno 15 milioni di persone l’audience televisiva, curiosa anche di assistere agli spot (che costano un milione di dollari ogni 4 secondi) che a volte somigliano tanto a dei piccoli corti cinematografici. Un buon motivo per mettersi comodo sul divano, coperta e popcorn a portata di mano, e godersi lo spettacolo, rinunciando a qualche ora di sonno.

Segui la stagione NFL su DAZN

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...