Virgilio Sport

Il Milan d'acciaio vince anche in dieci: Pippo Inzaghi si arrende

Prezioso 2-0 dei rossoneri a Benevento: decidono Kessié su rigore e Leao, Tonali espulso a fine primo tempo salterà la partitissima contro la Juventus.

Pubblicato:

Il Milan risponde alla goleada dell’Inter contro il Crotone, mantenendo la testa della classifica anche dopo la quindicesima giornata. A Benevento i rossoneri di Stefano Pioli ottengono l’undicesima vittoria in campionato, viatico ideale in vista del test in programma la sera dell’Epifania, quando a San Siro arriverà la Juventus del grande ex Andrea Pirlo.

Per l’occasione il tecnico emiliano dovrebbe recuperare Zlatan Ibrahimovic, oltre a Hernandez che ha saltato la prima del 2021 causa squalifica, ma intanto la serata del “Vigorito” dà altre ottime indicazioni a Pioli, in ogni reparto.

Al cospetto di un avversario pericoloso come quello allenato da un altro grande ex come Pippo Inzaghi, infatti, il Milan registra il gran gol di Rafael Leao e la solida prova di squadra in una gara disputata per oltre metà in dieci uomini a causa dell’espulsione rimediata da Sandro Tonali nel finale del primo tempo, decretata dal Var per un fallaccio dell’ex Brescia su Ionita.

Benevento subito disinvolto nel palleggio dal basso, fin troppo, visto che il vantaggio del Milan arriva su rigore causato da un pasticcio difensivo dei giallorossi: al 15’ Montipò sbaglia la misura del passaggio per Tuia che manca clamorosamente il pallone abbattendo Rebic. Rigore inevitabile e Kessié non sbaglia il tentativo di trasformazione, ma già dopo cinque minuti potrebbe essere 1-1, perché solo il palo nega a Insigne la gioia del gol su gran tentativo al volo.

Il Milan fatica ad addormentare il gioco di fronte all’aggressività degli avversari e l’espulsione di Tonali al 35’ potrebbe complicare le cose per Pioli, che manda subito in campo Krunic per Diaz per ricostruire la mediana e che a inizio ripresa gongola per la magia di Leao, autore di un dolcissimo pallonetto su uscita incerta di Montipò ancora protagonista in negativo.

I campani tuttavia non demordono neppure a questo punto, forti dell’uomo in più, ma al 15’ Caprari si divora la grande occasione per riaprire l’incontro, calciando sul fondo un rigore concesso dopo consulto dell’arbitro al Var per un fallo di Krunic sullo stesso Caprari.

Il Milan è assediato, Donnarumma salva tutto su guizzo di un altro ex come Lapadula, poi la squadra di Inzaghi si spegne lentamente riuscendo ad evitare un passivo pesante e immeritato solo grazie ai pali che dicono di no ai tentativi di Calhanoglu e Kessié.

 

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...