Virgilio Sport

Ilaria D'Amico rompe il silenzio sulla chiusura del programma in Rai: "Senza il minimo pudore". E su Buffon fa un annuncio

La conduttrice e giornalista televisiva in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera svela i retroscena della chiusura del suo programma, in Rai. E annuncia le nozze

30-08-2023 12:59

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

I 50 anni di Ilaria D’Amico, conduttrice e giornalista televisiva nonché compagna dell’ex portiere della Juventus e della Nazionale Gianluigi Buffon (con nuovo incarico), condensano decenni di televisione, calcio e anche politica.

E non solo per quel che appartiene a questa vita, protetta e difesa ma pur sempre di un personaggio pubblico, ma per quel che ha tenuto a evidenziare rispetto alle cose di viale Mazzini, alla chiusura del suo programma di informazione che ha trascinato la sua scelta di rientrare in Rai in una questione che non tralascia. Anzi.

Si sofferma su quel che è stato e che ha segnato quell’esperienza. E su un progetto, personale, mai negato e non ancora pianificato come il matrimonio con Buffon con il quale ha un rapporto consolidato.

Ilaria D’Amico rompe il silenzio sulla chiusura del programma Rai

La conclusione anticipata della messa in onda di “Che c’è di nuovo” su Rai2, fermato dai vertici di viale Mazzini, è stata una fase di arresto di una carriera incominciata quasi per gioco o per destino, quando l’amico di famiglia Renzo Arbore la spinse a intraprendere questa carriera durante gli anni dell’università.

All’epoca Ilaria D’Amico viveva nella Capitale, all’Eur ed era una giovane studentessa di Giurisprudenza che forse non vedeva il suo futuro alla guida di una trasmissione su Rai International.

L’epilogo dell’ultima creatura che l’ha riportata in Rai si è rivelata nefasta, amara come ammette in un’intervista al Corriere della Sera:

“È stato scioccante. Ero intenzionata a vivermi un anno di stacco per dedicarmi alla mia famigliola e invece sono stata cercata e con una certe insistenza dalla Rai, in particolare da Mario Orfeo”.

Nel mezzo però c’è stato il cambio di governo, con relative ripercussioni ai piani alti della concessionaria di Stato e che, in quei mesi, si tradusse nella ricostruzione che la giornalista ha fatto in questo racconto:

“Tutti dicono di non andare mai in Rai quando un governo è traballante ma mai avrei pensato di ritrovarmi ad essere Paperino specie dopo tutte le rassicurazioni avute. Mi era stato detto che sarei andata in una sera affollata come il giovedì e per questo avrei avuto tutto il tempo per far crescere il programma. Un mese dopo, Orfeo litiga con l’ad e cambia ruolo, e poi cade il governo. Lì, in Rai, non è che Meloni alza il telefono e dice metti questo o quello, ma parte una sorta di stallo militare e succede a prescindere dagli schieramenti in carica. Improvvisamente, eravamo vissuti come intrusi, senza il minimo pudore o rispetto per me come professionista”.

Il rapporto con Gigi Buffon

Del suo privato, che ha sempre voluto rimanesse molto riservato, Ilaria D’Amico condivide quel progetto del quale ha più volte accennato, ripreso, raccontato: le nozze con Buffon, suo compagno da tempo e padre di suo figlio Leopoldo Mattia.

Oggi che ha deciso di lasciare il calcio giocato, e si intravede questo nuovo ruolo nello staff del neo ct Luciano Spalletti, la proposta è arrivata come la intendeva la giornalista, ma non ci sarebbe ancora la data effettiva.

“Ha più impegni di prima. Però devo ammettere che a gennaio ho ricevuto la fatidica proposta: sono rientrata a casa, a Parma, e ho trovato il caminetto acceso, la musica, le lucine ed è arrivata la sua dichiarazione… finalmente fatta come si deve, dopo anni in cui me lo chiedeva nei modi meno romantici possibili. Tipo, a cena, di punto in bianco, diceva: “Ma come mai io e te non ci siamo ancora sposati? Lo facciamo?”. Una volta me lo ha chiesto con un messaggio via Whatsapp da Parigi… ma alla nostra età le cose vanno fatte come si deve…”.

“Ci eravamo detti di farlo a giugno 2024, con calma, poi è arrivato – ha detto – il nuovo impegno di Gigi con la Nazionale e quindi rischieremmo, con gli Europei, di sposarci in una birreria bavarese… scherziamo e diciamo che siamo come Renzo e Lucia. Vedremo, magari anticiperemo, ma sarà di certo un momento intimo, senza clamore”.

La frase rivolta ad Alena Seredova

La loro è una famiglia che si è costituita dopo la conclusione del rapporto di Buffon con Alena Seredova, sua prima moglie (risposatasi con Alessandro Nasi), con la quale i rapporti non sono stati idilliaci nel corso degli anni a seguire. Sul tema, l’attrice e modella di origine ceca si è più volte espressa, ma stavolta è Ilaria D’Amico a esternare la sua posizione non proprio conciliante.

“Non capisco chi non concepisce le famiglie allargate: la vita stessa è una comunità allargata. Rispetto a quelle con un unico nucleo la nostra è una factory: i genitori hanno un ruolo chiaro e c’è rispetto, ma se ami una persona non puoi che amare tutto di lei. Per me questo ha significato accogliere i figli di Gigi sentendoli parte del mio mondo come lui ha fatto con mio figlio, prima che ne avessimo uno nostro. Questo non toglie nulla agli altri genitori, ma una calda accoglienza è la parola chiave per amalgamare una famiglia allargata. Almeno per me”, ha sottolineato.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Juventus - Frosinone
Cagliari - Napoli
Lecce - Inter
Milan - Atalanta
SERIE B:
Modena - Spezia

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...