Virgilio Sport

Inter, la risposta di Marotta alle richieste di Antonio Conte

Il tecnico si è sfogato dopo la gara contro il Brescia: "Così diventerà difficilissima".

30-10-2019 08:05

Inter, la risposta di Marotta alle richieste di Antonio Conte Fonte: 123RF

Nonostante la vittoria sul Brescia, nel dopopartita Antonio Conte ha voluto esprimere tutta la sua preoccupazione sul fitto calendario dei nerazzurri: “Abbiamo fatto qualcosa di straordinario, ma siamo solo a metà percorso e ora dobbiamo recuperare. Sabato abbiamo il Bologna, poi arriva il Borussia Dortmund. Sette partite in 20 giorni non le fa nessuno. Mi pare strano, il massimo di solito sono ventuno, ventidue”.

Marotta si è esposto così sulle parole del tecnico: “La preoccupazione di Conte è legittima ed è condivisa. Cercheremo di cogliere le opportunità di gennaio qualora ce ne fossero”.

Già dopo la gara con il Parma Conte aveva mandato un messaggio alla dirigenza: “Dobbiamo anche fare delle valutazioni con la società e capire dove si può fare meglio perché ora abbiamo altre 4 partite nel giro di 12 giorni e sono un po’ preoccupato”.

“Diciamo che tutte le situazioni ci devono comunque portare a una riflessione perché siamo in un percorso nuovo e all’inizio del percorso non ci deve essere crescita non solo in campo ma su tutto, facendo valutazioni attente su come poter fare meglio in futuro per il bene dell’Inter”. 

“Serve pazienza, ma devono giocare sempre gli stessi e aumenta anche il rischio di infortuni. Campionato e Champions sono competizioni molto dispendiose e l’Inter è una squadra importante, che non può permettersi solo di partecipare. Non posso rimproverare nulla ai calciatori, che stanno dando tutto”.

Per rimediare all’emergenza a gennaio Marotta potrebbe intervenire soprattutto a centrocampo: l’obiettivo numero uno è Arturo Vidal, che martedì ha confessato: “Lavoro duro per non lasciare il club e raggiungere gli obiettivi stagionali. Ma non sono felice, anche se sto provando a ribaltare la situazione e guadagnarmi un posto da titolare. Conte? Ricordo molte cose belle vissute insieme a lui. Grazie al suo aiuto ho fatto il salto di qualità per essere uno dei migliori. Nel calcio, la cosa più importante è la fiducia e se un allenatore così ti dà fiducia, ti fa migliorare molto”.
 

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...