,,
Virgilio Sport SPORT

Irma Testa rompe il silenzio sul suo coming out: "Avevo 15 anni"

La campionessa di pugilato, Irma Testa, a Verissimo svela com'è il suo rapporto oggi con il padre e che cosa significa per lei la medaglia conquistata a Tokyo 2020

21-01-2022 15:54

Irma Testa indossa, sul suo viso, la bellezza e la fierezza delle donne che, con orgoglio, hanno scelto. La storia di questa ragazza inizia a Torre Annunziata, non troppo distante da Napoli ma abbastanza per affacciarsi a metà tra il Golfo e la Penisola Sorrentina, dove è nata il 28 dicembre 1997 e vive ancora oggi, riconciliata con il suo passato, suo padre.

Sostenuta da una comunità che le ha offerto l’occasione di essere sé stessa, di essere Irma Testa. Con i suoi guantoni, i movimenti leggiadri che hanno ispirato il suo soprannome Butterfly e la volontà di rendere pubblico il suo orientamento sessuale. Un messaggio che ha veicolato con piena coscienza, forte del suo ruolo pubblico e nello sport, dove è ancora raro che atlete e atleti facciano coming out.

Irma Testa a Verissimo: “Vivo il mio orientamento sessuale con forza”

A Verissimo, ospite di Silvia Toffanin, ha esternato – a 5 mesi di distanza dal clamore per la medaglia conquistata a Tokyo 2020 – la campionessa di pugilato ha esternato i suoi sentimenti:

“Ho sempre vissuto e affrontato il mio orientamento sessuale con forza e tranquillità. L’ho detto a mia mamma quando avevo 15 anni. Ho fatto fatica perché nella mia famiglia non avevamo mai affrontato questo tipo di tematiche, l’amore per me era l’unione tra un uomo e una donna. Invece, ho scoperto che ci si può innamorare di chiunque e mia madre è stata una roccia anche in quell’occasione”.

Irma Testa e il riscatto per la sua famiglia

Irma ha riscattato i sacrifici affrontati, in palestra come fuori, quando le avversità quotidiane appannavano l’obiettivo che si era prefissata, continuando ad andare ad allenarsi e a salire sul ring:

“Questa medaglia è un bel riscatto per me perché nella mia vita ci sono stati dei momenti molti bui. A volte in casa non riuscivamo neanche a comprare da mangiare”.

Come per tanti ragazzi, anche per la Testa lo sport si è rivelato uno strumento di emancipazione: la passione per la boxe, come svela la stessa campionessa, è arrivata quando aveva appena 12 anni offrendole una alternativa:

“Quel mondo non mi apparteneva e appena ho visto la via di fuga del pugilato mi ci sono buttata dentro perché sapevo che mi avrebbe portata lontano”.

Il rapporto oggi tra Irma Testa e suo padre

Oggi, guarda la ragazzina di allora con una maturità che le deriva dall’aver afferrato una medaglia che le ha restituito anche una sicurezza importante. Anche il rapporto difficile con suo padre, toccato con estrema delicatezza in questa intervista, si è acquietato:

“Ora se mi chiama al telefono rispondo, per anni non l’ho mai fatto. Ho messo da parte la rabbia, non ho dimenticato, ma cerco di accontentarlo e di aggrapparmi ai ricordi belli che ho avuto con lui”.

VIRGILIO SPORT

Irma Testa rompe il silenzio sul suo coming out: "Avevo 15 anni" Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...