Virgilio Sport

Italia, Mancini guarda avanti: ecco la squadra da evitare ai playoff

Il giorno dopo il bruciante pareggio con l’Irlanda del Nord il c.t. della Nazionale è tornato a esaminare le ultime gare del girone di qualificazioni mondiale proiettandosi poi subito sull’ostacolo spareggi.

Pubblicato:

È un Roberto Mancini chiaramente amareggiato quello che oggi è tornato sullo 0-0 con l’Irlanda del Nord che è costato all’Italia la qualificazione diretta ai Mondiali 2022.

Il c.t. azzurro, finito sotto processo come molti suoi giocatori per le prestazioni fornite nelle ultime di gare che servivano per strappare il pass iridato, ha ammesso che questa prima fase non è andata come lui si augurava ma ha anche ribadito di esser fiducioso in vista dei playoff di marzo quando, a suo avviso, ci sarà assolutamente uno spauracchio da evitare.

L’incrocio da evitare per l’Italia

Nell’urna delle squadre che la Nazionale azzurra potrebbe pescare agli spareggi ci sono già compagini molto temibili e insidiose ma, secondo Mancini, ce n’è una in particolare che sarebbe meglio non pescare.

“Chi eviterei ai play-off? Se abbiamo tutti i giocatori a disposizione possiamo incontrare chiunque, non è un grande problema. Se proprio dobbiamo toglierne una dico il Portogallo, perché sarebbe una sfida dura per entrambe le squadre, ma per il resto possiamo affrontare chiunque” ha affermato il tecnico ribadendo come quella dei problemi fisici è stata e sarà sempre una variabile importante.

“Il problema maggiore, che peraltro riguarda tutte le nazionali, è rappresentato dai tanti infortuni avuti in un momento decisivo. La condizione non era la migliore, ma non ci abbatteremo per quanto capitato in queste settimane” ha proseguito il c.t. della nazionale durante la presentazione del libro “Il Ritorno degli Dei” andata in scena oggi al Social Football Summit 2021.

Un’amarezza da cancellare in fretta

L’evento ha rappresentato l’occasione per tornare ovviamente anche su quanto accaduto contro l’Irlanda del Nord e, in generale, fare il punto su un obiettivo che può ancora essere centrato

“A Belfast non è stata una partita positiva. Stamattina ho ripensato alla gara, ma abbiamo vissuto già tante situazioni simili da giocatori e poi da allenatori. Ci sono momenti in cui le cose non vanno bene, ma continuo a essere molto fiducioso e questo ci darà qualcosa in più per dire la nostra. Veniamo da 40 partite con una sola sconfitta, dobbiamo pensare sempre in modo positivo” ha dichiarato il tecnico ex Inter.

“Pensavamo di essere già qualificati ai Mondiali, ma bisogna saper accettare il verdetto del campo anche quando è negativo. Abbiamo ancora delle possibilità e ce le giocheremo: se doveva esserci un momento negativo, meglio adesso che a marzo o poi al Mondiale”.

Mancini resta ottimista sulle chance dell’Italia

Mancini dunque ha provato, pur ammettendo le recenti difficoltà, a vedere il bicchiere mezzo pieno augurandosi che a marzo la situazione tecnica-ambientale sia diversa da quella avuta contro Svizzera e Irlanda del Nord.

“Nelle due partite contro la Svizzera non abbiamo subito nulla, ma purtroppo i rigori si sbagliano. In estate abbiamo vinto un Europeo ai rigori, stavolta è andata così, può capitare. Ora dobbiamo ritrovare le forze e prepararci per marzo”.

Importante quindi per l’allenatore della Nazionale nei prossimi mesi sarà risollevare il morale del gruppo azzurro e ritrovare quelle certezze che hanno consentito a Chiellini e compagni di laurearsi in estate campioni d’Europa.

Non abbiamo vinto l’Europeo per caso. Credo molto nei miei ragazzi, capisco che ci sono momenti in cui non si riesce a dare il massimo: il mio ottimismo per la qualificazione ai Mondiali arriva dalla considerazione che siamo un’ottima squadra” ha concluso Mancini.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...