Virgilio Sport

Italia nella storia: Slovenia battuta, finale Mondiale con la Polonia

Gli azzurri allenati da De Giorgi schiantano 3-0 la Slovenia e volano in finale Mondiale dopo 24 anni da Giappone 1998. Grandissima prova dell'Italia, ma con la Polonia sarà tostissima

11-09-2022 00:11

Incredibile, stupenda, meravigliosa, leggendaria l’Italia allenata da Fefé De Giorgi, che batte la Slovenia 3-0 (25-21; 25-22; 25-21 i parziali) e vola in finale del Mondiale a 24 anni dall’ultima volta. Gli azzurri giocano una pallavolo a tratti magnifica, sontuosa, piegando le resistenze di una Slovenia che oggi non ha davvero armi.

Era Giappone 1998 l’ultima finale, la “Generazione dei fenomeni” che centrò il 3° oro consecutivo. Ad affrontarci ci sarà la Polonia, rappresentativa tostissima che ha vinto i Mondiali del 2010 e del 2014 e che in semifinale ha schiantato il Brasile 15-12 al tie break del quinto set.

Italia-Slovenia: una partita sontuosa

L’Italia oggi ha fatto della capacità difensiva il suo punto di forza, tralasciando i 24 punti non forzati regalati alla Slovenia, tra i quali anche ben 11 battute sbagliate. A impressionare oggi è stato il fatto che l’Italia è sembrata sempre in controllo, non ha mai dato l’impressione di poter perdere questa semifinale, neanche per un secondo, neanche quando la qualità del gioco era altalenante.

Michieletto inizia fortissimo, con alcuni colpi leggendari, ma poi cala alla distanza, e allora esce ancora una volta Anzani (4 muri-punto sulla coppa KozamernikPajenk, tanto per dirne una), e posizionandosi davvero bene in fase difensiva.

La Slovenia dal canto suo spreca tantissimo, come per esempio nel terzo set sul 17 pari, mandando fuori palloni che gridano vendetta.

Ora l’appuntamento decisivo contro la Polonia, una nazionale che è partita per puntare al tris Mondiale. L’Italia non era tra le favorite, ma è arrivata qui non essendo la migliore in nessun fondamentale, ma riuscendo a vincere contro tutti con la forza del gruppo e del talento.

Italia-Slovenia, il tabellino dell’incontro

Italia – Slovenia 3-0 (25-21; 25-22; 25-21)

Italia: Pinali n.e., Recine, Michieletto 9, Giannelli 3, Balaso (L), Sbertoli n.e., Bottolo n.e., Galassi 5, Lavia 15, Romanò 12, Anzani 7, Russo n.e., Scanferla (L) n.e., Mosca n.e. All. De Giorgi.

Slovenia: T. Štern 1, Pajenk 5, Kozamernik 5, Gasparini n.e., Vincic 1, Štalekar, Koncilja n.e., Klobucar (L) n.e., Kovačič (L), Z. Štern n.e., Ropret 1, Urnaut 11, Čebulj 14, Možič 9. All. Cretu.

Italia-Slovenia, Giannelli: “Fatto qualcosa di incredibile”

Grande gioia da parte di tutti gli azzurri, queste sono state le dichiarazioni di Simone Giannelli:

“È incredibile quello che è stato fatto, non credevo fosse possibile un successo 3-0 contro questa Slovenia. Loro hanno giocato tre finali europee di fila e sappiamo quanto sono forti. Ho molti amici nella Slovenia e sono quasi triste perché mi aspettavo di più ma certamente sono al settimo cielo per noi e per il risultato. Serve pensare solo a giocare una grande partita, un’ottima pallavolo per dare battaglia in qualunque modo. Giocare in quest’arena con tutto questo pubblico sarà incredibile e speciale, anche se faranno il tifo per i nostri avversari. Questo è ovvio e va bene, noi proveremo a lottare”.

Di seguito anche le parole di Galassi:

“È stata una stupenda partita, siamo contentissimi. Adesso però c’è poco tempo per switchare immediatamente e pensare da ora alla partita di domani. La Polonia è davvero in forma e abbiamo visto quanta gente c’è sugli spalti, sarà difficile, ma noi ci proveremo”.

“Non è mai facile battere la Slovenia – ha continuato il 25enne – sono una grandissima squadra. Forse ci ha aiutato una maggiore consapevolezza dei nostri mezzi e del percorso che abbiamo fatto. Quest’anno abbiamo avuto una grande crescita, l’anno scorso eravamo quasi tutti esordienti”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...