Virgilio Sport

Italia, Roberto Mancini rivela quale sarà il suo futuro

Alla vigilia della gara con la Turchia che chiuderà l’esperienza dei playoff Mondiali, il c.t. della Nazionale ha annunciato la sua decisione.

Pubblicato:

Era una conferenza stampa molto attesa quella che è andata in scena in Coverciano alla vigilia dell’ultimo impegno nei playoff Mondiali contro la Turchia.

Ci si aspettava infatti, una volta digerita l’amara sconfitta contro la Macedonia del Nord, che il c.t. Roberto Mancini desse qualche informazione in più circa il suo futuro e questa prontamente è arrivata.

Futuro Italia, la decisione di Mancini

“Ho parlato con il presidente Gravina in questi giorni, siamo allineati su tutto. Ora pensiamo a questa partita, poi con calma discuteremo sulle cose da migliorare per il futuro. Bisogna ripartire, iniziare a pensare in modo diverso, vedremo più avanti anche perché ci aspettano partite importanti” ha annunciato subito Mancini.

Sono ancora a giovane: volevo vincere un Europeo e un Mondiale, per quest’ultimo devo aspettare un attimo. Mi piace questo lavoro e coi ragazzi voglio riorganizzare qualcosa di importante. La delusione è tanta, ma noi andiamo avanti” ha affermato deciso il tecnico jesino.

Italia fuori dal Mondiale, la spiegazione di Mancini

Costui è poi è tornato a parlare dell’esclusione dell’Italia dai Mondiali provando a vedere il (fallimentare) cammino nel suo complesso.

“È inutile stare a trovare spiegazioni… Il nostro gruppo dovevamo vincerlo almeno con due punti di vantaggio sulla Svizzera. A Basilea la partita doveva finire 3-0, in Bulgaria doveva finire in goleada. La squadra ha sempre giocato: può essere stata più imprecisa ma questo è il calcio, le cose ci sono andate storte. La gara di Basilea la ricordate tutti: dovevamo vincere 2-0 stando stretti… Però è così, inutile stare a pensare o a cercare scuse” ha spiegato l’allenatore marchigiano.

“È accaduto ciò che è accaduto, dobbiamo accettarlo. Ci sono nazionali importanti che non vincono nulla da 60-70 anni, l’Italia da questo punto di vista è più avanti. A volte si esagera anche parlando di motivazioni, ma semplicemente esistono momenti che non devono andare in quel modo”.

Mancini, gli infortunati e la squadra del futuro

Mancini quindi, parlando degli esclusi per la gara in Turchia, ha quindi svelato come molti suoi pretoriani non fossero affatto al top della forma.

Jorginho, Immobile e Insigne li ho obbligati ad andare via perché se posso fare qualcosa per loro e per i club noi lo facciamo… Non avrebbero giocato perché non sono al meglio fisicamente. Insigne aveva problemi fisici già da prima e al 50% sarebbe andato in tribuna per provare soluzioni alternative. Immobile sarebbe andato in tribuna. Anche Florenzi e Politano, non al meglio, li ho rispediti a casa perché non avrebbero giocato” ha raccontato l’allenatore azzurro prima di dire la sua sui cambiamenti a cui andrà incontro la Nazionale a livello di interpreti.

“Quella attuale è una squadra che, con qualcuno dentro, poteva giocarlo per vincere il Mondiale. A giugno comunque inseriremo sicuramente ragazzi più giovani, sperando possano avere esperienze importanti nei loro club, perché dobbiamo pensare all’Europeo tra due anni. Lavoreremo su questo e vedremo quale sarà la situazione generale” ha chiosato Mancini.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...