,,
Virgilio Sport SPORT

Joao Mario al Benfica, rabbia Sporting: "L'Inter ci deve 30 milioni"

La cessione ha fatto infuriare il club portoghese, forte di un accordo con i nerazzurri in caso di cessione ad un'altra squadra della Primeira Liga.

La separazione tra Joao Mario e l’Inter fa ancora discutere dopo la sua ufficialità. Nelle scorse ore, infatti, il calciatore ha rescisso il contratto che lo legava al club nerazzurro, dove era arrivato nell’estate del 2016. Ultimata questa rescissione, Joao Mario si è accordato con il Benfica: notizia che ha fatto infuriare gli acerrimi rivali dello Sporting Lisbona. 

Il club biancoverde, da cui l’Inter ha acquistato il giocatore 5 anni fa per 40 milioni di euro, ha ricordato infatti una postilla nel contratto sottoscritto dal portoghese con i nerazzurri. Si tratta di una sorta di clausola che imponeva al club di Milano di pagare una cifra supplementare allo Sporting nel caso in cui Joao Mario fosse stato ceduto ad un’altra società portoghese.

Un ostacolo aggirato – a detta dello Sporting – con cognizione di causa dall’Inter, chiudendo il rapporto con il giocatore in modo che poi potesse andare ovunque senza ulteriori costi. Un punto di vista espresso tramite un comunicato apparso sui profili social del club:

“Nel 2016, al momento del trasferimento del giocatore João Mário dallo Sporting CP all’FC Internazionale Milano, il club italiano e il giocatore João Mário si sono impegnati, tra l’altro, a effettuare un pagamento aggiuntivo di € 30.000.000 se e quando il giocatore fosse stato tesserato in un club portoghese, tra cui il Benfica; Com’è noto e pubblico, FC Internazionale Milano e João Mário hanno concordato ieri di rescindere, di comune accordo, il contratto di lavoro che li univa, in modo che il giocatore fosse poi libero di firmare un contratto di lavoro con il Benfica; tutto ciò dopo che l’Inter aveva rifiutato un’offerta dello Sporting Clube de Portugal – Futebol, SAD per il giocatore in questione; È convinzione del Consiglio di amministrazione dello Sporting Clube de Portugal – Futebol, SAD che sia stato utilizzato un espediente affinché l’Inter e il giocatore João Mário cercassero di evitare quello che hanno firmato con lo Sporting Clube de Portugal – Futebol, SAD nel 2016; E che questo espediente illustra solo che tutte le parti conoscevano gli obblighi assunti nel 2016 e ai quali, dopo 5 anni, intendono sottrarsi; Sporting Clube de Portugal non mancherà di difendere gli interessi dello Sporting Clube de Portugal e dello Sporting Clube de Portugal – Futebol, SAD nella propria sede, ritenendo le parti interessate responsabili dei danni causati e dell’inadempimento delle obbligazioni assunte”.

 

Un duro attacco dunque da parte dello Sporting nei confronti dell’Inter, che quindi avrà ancora delle grane da una delle trattative di mercato più fallimentari degli ultimi decenni. 

OMNISPORT | 13-07-2021 19:03

Joao Mario al Benfica, rabbia Sporting: "L'Inter ci deve 30 milioni" Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...