,,
Virgilio Sport SPORT

Juventus, Andrea Pirlo esulta e spiega l'esclusione di Ronaldo

Il tecnico bianconero non ha dubbi riguardo il suo futuro: "Mi vedo in bianconero al 100%, adesso godiamoci questa qualificazione in Champions".

23-05-2021 23:50

Al termine della gara vinta contro il Bologna 4-1, il tecnico della Juventus Andrea Pirlo è intervenuto ai microfoni di Dazn dopo aver centrato la qualificazione Champions: “Futuro? Non lo so, per me era importante finire bene il lavoro iniziato questa estate, vincendo la Coppa Italia e portando  la squadra in Champions, che era un obiettivo importantissimo, quindi le parole le lasciamo a chi dovrà decidere il futuro. Io mi sono sempre impegnato al 100%, cercando di fare il massimo per la squadra, questo poi è il risultato finale. Da 1 a 100 quanto mi vedo sulla panchina della Juve? Mi vedo al 100, adesso godiamoci questa qualificazione in Champions“.

Col Bologna protagonista Dybala, assente per gran parte della stagione: “E’ normale che un giocatore come lui cambi il livello di ogni squadra, purtroppo non l’abbiamo mai avuto a disposizione, inizialmente per un infortunio che si portava dietro dalla stagione scorsa, poi ha avuto un’infezione, ha continuato poi con un problema al ginocchio, quindi anche quando è rientrato non era al 100%, non si era allenato con continuità, doveva prendere minutaggio, poi le caratteristiche, le sue capacità, le conosciamo tutti, lo ha dimostrato questa sera, lo ha dimostrato anche nelle partite che ha giocato, quindi è normale che ci sia mancato. Adesso vedremo cosa ci aspetterà in futuro”.

Andrea Pirlo ha analizzato la Juventus del futuro: “Mi immagino una Juve più forte, una Juve consapevole delle sue capacità, perchè abbiamo una squadra forte. Non lo sanno neanche loro la forza che hanno, lo stesso Rabiot  che ha fatto un finale di stagione straordinario, ma non solo: finalmente si è tolto di dosso tutte le incertezze che aveva in precedenza, ha dimostrato di essere un centrocampista unico a livello mondialeper forza fisica, per tecnica, un campione. poi conoscendo tutti i giocatori meglio sono riuscito a metterli nelle condizioni di rendere al 100%”. 

Contro il Bologna si è vista forse la miglior Juventus della stagione: “Siamo sulla strada giusta quando ci mettiamo il sacrificio di tutti, quando si corre in undici per un unico obiettivo. Lo abbiamo dimostrato giocando anche contanti giocatori offensivi, però quando hai la voglia di sacrificarsi, fare una corsa in più per il compagno, mettersi a disposizione della squadra, poi i risultati diventano più facili quando hai una tecnica superiore  agli altri. Ci è mancato in tante situazioni durante l’anno, poi quando abbiamo sentito un po’ di paura, un po’ che l’obiettivo si allontanava, ci siamo stretti, abbiamo capito che per arrivare al risultato bisognava spingere su questa nostra voglia, su questo fuoco che tenevamo dentro e poi alla fine i risultati sono arrivati. Adesso si riposeranno, però se ripartiremo l’anno prossimo, ripartiremo con delle basi solide”.

Ha fatto rumore l’esclusione di Ronaldo: “E’ stata una scelta condivisa, Cristiano era stanco dopo le fatiche di mercoledì ed ho scelto di far giocare un giocatore come Morata che non è l’ultimo arrivato”.

 

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...