,,
Virgilio Sport

Le considerazioni di Jorge Martin al giro di boa della stagione

"Ora mi sto riprendendo e inizierà la mia rimonta"

16-08-2022 12:32

Le considerazioni di Jorge Martin al giro di boa della stagione Fonte: Getty images

Sembra quasi essersi capovolto il mondo per Jorge Martin.

Se lo scorso anno aveva senza dubbio impressionato tutti gli addetti ai lavori con prove convincenti e soprattutto con una pole e un podio alla sua seconda gara in MotoGp, lo stesso non si può dire quest’anno.

Il pilota spagnolo è stato sicuramente frenato dal terribile incidente avuto in Portogallo a cui è seguito un lungo periodo di stop. Nonostante questo però, Martin ha avuto la forza e la bravura di riprendersi e di conquistare anche una vittoria in Austria e un altro podio a Valencia a fine stagione.

In questa prima parte di 2022 invece, il rider nativo di Madrid, sta accusando qualche passaggio a vuoto, vuoi per i postumi dell’incidente, e anche per un lento e difficile adattamento alla Gp 22. Per ora per lui solo due podi e la sensazione che al momento la sfida tra compagni la stia vincendo nettamente Bastianini.

“In effetti si mi aspettavo di più, ma dopo l’operazione a causa del mio incidente, non potevo fare molto di più. Se fossi riuscito a finire ogni gara nella posizione in cui mi trovavo prima di cadere sarei a combattere nelle posizioni di vertice, ma non è così. Nonostante questo da ora in poi sono sicuro che ricomincia la rimonta”. Queste le parole del classe 1998 che non ha nascosto come l’incidente in Portogallo lo abbia sostanzialmente cambiato.

“Adesso ho un pò più paura di cadere e farmi male. Se non vedo le cose in maniera chiara, non cerco di spingere lo stesso, preferisco tenermi un margine di manovra per non cadere. Sicuramente prima ero un pò più pazzo”.

La realtà dice che spesso i rider si debbano confrontare oltre che in pista con i vari infortuni: è successo anche al grande Marc Marquez.

“Abbiamo lottato in pista sia in Austria che a Silverstone e spero che possa ricapitare: vorrebbe dire che ho il livello di combattere con lui e non è cosa da poco.”

Infine nella lunga intervista rilaciata ad AS, il pilota psagnolo parla anche di futuro.

“Non so dove sarò il prossimo anno. In termini di immagine e lotta per il campionato preferirei essere in un team ufficiale, ma alla fine, in termine di materiali sarebbe lo stesso. Non ci sarebbe alcun problema a rimanere in Pramac.”

 

 

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...