,,
Virgilio Sport SPORT

Maradona contro tutti: Tanti traditori in nazionale, non tornerei

L'ex fuoriclasse del Napoli sogna la panchina del Boca Juniors ma attacca anche Tevez

In Messico, alla guida dei Dorados, si trova bene e spera di ottenere ancora risultati importanti ma Diego Maradona sogna sempre di tornare ad allenare in patria. Non la nazionale, però. In un’intervista al sito web Infobae l’ex numero 10 del Napoli lancia accuse gravi a destra e a manca: “Nella nazionale non tornerei, è tutto un covo di traditori”. Maradona ha allenato l’Argentina ai Mondiali del 2006 e il suo nome è sempre circolato ad intervalli irregolari per un possibile ritorno sulla panchina albiceleste ma anche i rapporti con i dirigenti federali sono pessimi. El Diez ammette di sentirsi uno dei responsabili dell’elezione di Claudio Tapia alla presidenza dell’Afa: “Volevamo una Federazione rinnovata e alla fine ci abbiamo messo Tabia, ma attenzione è anche colpa mia. Venne a chiedermi l’appoggio e gli dissi di sì. Mi fece tante promesse ma non ha fatto niente e non mi ha chiamato più, questo per me è tradimento. E io ai traditori sputo in faccia”.

TEVEZ SOTTO ACCUSA – Maradona ce l’ha anche con Tevez, il leader del Boca: “Non è più il giocatore del popolo, appoggia il presidente argentino Mauricio Macrì e chi sta dalla sua parte non può stare in nessuna maniera dalla parte del popolo. Per me da quando Carlitos si è messo dalla parte di questo ladrone è passato dall’essere un giocatore fantastico a un amico cui posso dire le cose in faccia, perchè io non mi nascondo mai, al contrario”. Al Pibe piacerebbe in futuro allenare proprio il Boca: “Sarei tecnico del Boca per vibrare da dentro con tutto l’ambiente, non ce l’ho con l’allenatore attuale Schelotto ma non capisco come gioca in campo la squadra, mi sembra totalmente passiva, non creiamo situazioni da gol, non abbiamo un ordine tattico”. Infine capitolo Messi.

MASCHERANO, CHE DELUSIONE – Nei giorni scorsi Maradona aveva appoggiato la decisione della Pulce di dire addio alla Nazionale (“Avrei gradito avesse mandato tutti a quel paese. Cosa direi a Messi? Non tornare in Nazionale. Ritirati, pazzo. Se le cose vanno male nell’Argentina la colpa ricade sempre su di lui. Per questo gli consiglio di lasciarla, così vediamo a chi daranno la colpa se lui non c’è. Ora anche se perde l’under 15 è colpa di Messi, se il calendario mette di fronte Racing e Boca è colpa di Messi, è sempre e solo colpa sua”) ed ora critica i compagni, soprattutto Mascherano, di non averlo difeso dalle critiche: “Se ci fossero compagni che veramente vogliono che Messi torni in nazionale dovrebbero difenderlo apertamente, non fare un silenzio stampa. Si sono sbagliati. Mi sono sbagliato anche io con Mascherano, pensavo fosse un caudillo, un condottiero ma oggi dico che non lo è stato. Basta dare la colpa di tutto a Messi”.

SPORTEVAI | 09-10-2018 13:48

Maradona contro tutti: Tanti traditori in nazionale, non tornerei Fonte: Twitter

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...