,,
Virgilio Sport SPORT

Marcell Jacobs, l'oro olimpico dei 100: la madre, Nicole e la coach

Il campione dei 100 m, Marcell Jacobs, deve molto a sua madre e alla sua compagna Nicole che l'ha sostenuto. A imprimere la svolta agonistica anche la mental coach

Il suo intervento durante la puntata più celebrativa di questa edizione (eccellente) de “Il circolo degli anelli”, in onda su Rai2 e condotto da Alessandra De Stefano, ha consolidato l’imagine che trapela dagli scatti familiari che condivide su Instagram e che descrivono un’armonia totale tra lei e il suo compagno, Marcell Jacobs, neo campione olimpico nella specialità regina delle Olimpiadi, i 100 metri.

Marcell Jacobs: il ruolo della compagna Nicole Daza

Nicole Daza, compagna dal 2018 di Jacobs e madre di due dei suoi tre figli, ha espresso su Instagram tutto il suo orgoglio: “Grandeee amore”, ha pubblicato rivolgendosi a Marcell; con lui è stato un colpo di fulmine come ha confidato in diretta nel corso del suo intervento nel programma di approfondimento giornalistico che vede la partecipazione anche di Sara Simeoni, Jury Chechi e Domenico Fioravanti, a cui ha preso parte anche la mamma di Jacobs.

La coppia si è incontrata a Milano, in una discoteca ed è stato subito amore: Nicole si è trasferita con Jacobs a Roma, per inseguire il sogno olimpico, lasciandosi alle spalle i rispettivi impegni e le città di origine per consentire a Jacobs di seguire il serrato programma di allenamento e di preparazione all’impresa che lo ha visto trionfare sui 100 m a Tokyo.

Dal profilo Instagram di lei è possibile ammirare numerosi scatti che ritraggono la coppia insieme e felice, in compagnia dei due bambini che hanno dato alla luce negli scorsi due anni. Marcell e Nicole sono infatti diventati genitori di Anthony, nato nel 2019, e di Megan, nata nel 2020. Il primogenito, Jeremy, nato da una precedente relazione, è  nato quando il campione olimpico aveva solo 19 anni.

La madre di Marcell Jacobs: il suo tutto

Un legame profondo, di grande solidità che si incastra con l’unione fortissima che Marcell ha instaurato con la mamma, la quale ha ricoperto un ruolo fondamentale anche nell’ascesa della sua carriera agonistica, quando si è dedicato all’atletica ad appena 10 anni. E quando ha deciso di diventare un velocista, assecondando un talento scoperto quasi all’improvviso e che è stato supportato dall’azione della Federazione e dall’incontro con una mental coach, Nicoletta Romanazzi, recentissimo, che ha saputo sostenere la mentalità vincente, olimpica di Marcell. Un uomo, oltre il campione, che ha saputo complimentarsi per primo con i suoi avversari, dopo aver superato il traguardo.

VIRGILIO SPORT | 02-08-2021 09:40

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...