,,
Virgilio Sport SPORT

Milan-Ibrahimovic, accordo totale: e lo svedese sfida la "maledizione"

L'idolo dei tifosi rossoneri trova l'intesa economica con il club: firma imminente e nuovo numero di maglia.

Questa dovrebbe essere la volta buona, a prova di smentite e ripensamenti. Zlatan Ibrahimovic ha scelto di restare al Milan e di guidare i giovani compagni alla riconquista di un posto nella prossima Champions League, dove i rossoneri mancano da sette stagioni.

Dopo una serie di illusioni e smentite, infatti, l’attaccante svedese è finalmente pronto a firmare il rinnovo di contratto: questo l’esito dell’incontro decisivo tra le parti svoltosi nella giornata di giovedì. Ibra indosserà il rossonero anche nella prossima stagione, dopo aver vinto il braccio di ferro con la società per l’ingaggio.

Dopo la conferma di Stefano Pioli, soluzione a lungo caldeggiata dallo stesso Ibrahimovic, l’ostacolo più grande da superare era proprio quello di natura economica. Zlatan voleva riconosciuto da parte della società il ruolo di leader tecnico e carismatico del nuovo gruppo, da qui la richiesta di uno stipendio da 7 milioni netti, tanti per un giocatore che si avvia a compiere 39 anni. Ma alla fine l’ad Ivan Gazidis e il direttore tecnico Paolo Maldini si sono trovati d’accordo.

Lo sforzo doveva essere fatto e così è stato: Ibrahimovic arriverà alla cifra d’ingaggio richiesta senza bonus, ma la società è riuscita a ridurre l’impatto economico del contratto grazie agli sgravi fiscali che permetteranno al Milan di sborsare “solo” 10,5 milioni lordi. Ibra non dovrebbe però unirsi ai vecchi compagni in ritiro a Milanello prima di sabato.

Questa volta i fatti hanno quindi smentito Mino Raiola, il potente agente di Ibrahimovic che solo poche ore fa aveva smentito seccamente le voci su un rinnovo già firmato. Con ogni probabilità si era trattato solo di pretattica, di un’abile strategia per fare uscire allo scoperto i dirigenti del Milan e convincerli che accettare le condizioni richieste dallo svedese fosse l’unica possibilità in mano ai rappresentanti del club, considerando la volontà di compagni e tifosi che il nuovo Milan parta dal proprio leader, oltre che dello stesso giocatore, e dello stesso allenatore, dato che, una volta ottenuta la propria riconferma, Pioli si era speso in pubblico chiedendo la permanenza dello svedese.

E per sfidare ulteriormente la scaramanzia, Ibrahimovic ha deciso di indossare la maglia numero 9, dopo aver disputato il secondo scorcio della scorsa annata con un inedito 21. È dai tempi di Filippo Inzaghi che la maglia che identifica il centravanti non ha fortuna in casa Milan: da Mattia Destro a Luiz Adriano, da Gianluca Lapadula a André Silva, nessuno ha mai convinto. 

Ibra, che nella prima avventura al Milan aveva scelto il numero 11, vuole sfatare anche la cabala. E, magari, a chiudere la carriera in rossonero.

OMNISPORT | 27-08-2020 22:49

Milan-Ibrahimovic, accordo totale: e lo svedese sfida la "maledizione"

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...