,,
Virgilio Sport SPORT

MLS, Gonzalo Higuain si sfoga e punge Cristiano Ronaldo

Attualmente gioca tranquillamente all'Inter Miami, ma gli ultimi periodi in Europa sono stati molto burrascosi per Gonzalo Higuain.

Gonzalo Higuain se ne è andato dall’Europa tra le prese in giro e le critiche in campo. Ormai lontano dalla migliore condizione, le ultime due stagioni passate tra Serie A (Juventus e Milan) e Premier League (Chelsea, dove ha vinto un’Europa League con Sarri) non sono state di certo positive, per usare un eufemismo. Dopo l’epopea di Napoli, il passaggio alla Juve per la cifra di 90 milioni di euro e i primi due anni molto buoni, Gonzalo non è riuscito, come molti sudamericani, a mantenere una condizione fisica accettabile per competere ad alti livelli.

Ora, il Pipita gioca negli States, nell’Inter Miami, e la sua vita è cambiata radicalmente. Lontano dai riflettori, vive il calcio con molta più calma e normalità, e sembra aver ritrovato la serenità perduta. 

Tuttavia, essersene andato in quel modo dall’Europa deve avergli fatto davvero male e, in un’intervista rilasciata a “La Nacion“, si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Prima però, non smette di rimarcare quanto la scelta di Miami sia stata positiva:

“La verità è che ora mi sento molto, molto felice perché ho ottenuto ciò che volevo, ovvero uscire dalla bolla delle pressioni, di richieste, le critiche dei tifosi, la stampa che parlava sempre di me. Qui il calcio non è una priorità, ci sono altri sport che le sopportano”.

L’ex Real Madrid prova poi ad immaginarsi un ipotetico futuro lontano dal calcio:

“Naturalmente non sarà nel calcio, la mia vita andrà in un’altra direzione. Sarei un masochista se smettessi di giocare a causa di tutto quello che ho sofferto e restassi nell’ambiente. Per prima cosa mi divertirò coi miei amici e la mia famiglia. E poi, qualunque cosa mi piaccia fare, la farò. Mi piacerebbe studiare cucina ed enologia, la materia dei vini mi cattura, sono due attività che mi piacciono”.

Gonzalo, in questa bellissima intervista fiume, conferma le sensazioni già riportate da altri giocatori che sono stati negli States, come Pirlo e Lampard:

“Qui le persone per strada non ti giudicano perché hai sbagliato o segnato un gol, non ti giudicano se ti espellono. E lo stesso accade con la stampa. Né i media né i tifosi ti giudicano, se sei grasso, se sei magro, se sei calvo… Vivo con calma. Era qualcosa che stavo cercando, per me qualcosa di nuovo. Ora sono uno qualunque, sono di nuovo una persona normale”.

Proseguendo, una delle peggiori condanne dei calciatori è essere considerati come immuni ai problemi della vita solamente perchè si guadagna tanti soldi. Questo concetto, seppur comprensibile, ovviamente non corrisponde alla verità:

“I soldi aiutano, ma non fanno la felicità. Ho giocato a Madrid, a Napoli, alla Juventus, al Milan e al Chelsea: condividi Natali e compleanni con tanti compagni diversi, ma i tuoi genitori li vedi poco o nulla. Da quando è nata mia figlia la mia sensibilità è cambiata, ho capito che ci sono cose molto più importanti rispetto a ciò che dicono di te”.

In ultimo, il Pipita si sente di dare un consiglio a colui che è ormai il suo erede al centro dell’attacco dell’Argentina, ovvero Lautaro Martinez:

“Gli direi di stare calmo. Fino al 2014 ero il miglior 9 al mondo, dopo la finale con la Germania (ai Mondiali in Brasile, ndr) è finito tutto. Per Lautaro adesso sono tutte rose e fiori, ma potrebbe succedere che sbagliando un gol decisivo Lautaro non sia più Lautaro. Non deve né credere di essere il migliore, né il peggiore”.

Ma questo è un periodo di sfogo personale per l’ex numero 9 di Napoli e Juve, e ai microfoni di un’altra emittente, questa volta l’americana ESPN, punzecchia colui che ha preso il suo posto in bianconero, Cristiano Ronaldo. Nello specifico, ad una domanda su chi sia il miglior attaccante in circolazione, Higuain risponde così:

Lewandowski, Haaland e Benzema sono i migliori per me adesso. Karim è nell’élite del calcio da 12 anni. Lewandowski segna ovunque. E Haaland è una grande promessa, è un grande attaccante. Nella storia abbiamo avuto attaccanti come Suarez, Lewandowski, Cavani, Benzema, David Villa e il migliore è Ronaldoil Fenomeno. Ho sempre voluto essere come lui e ho cercato di copiarlo”.

OMNISPORT | 14-04-2021 21:42

MLS, Gonzalo Higuain si sfoga e punge Cristiano Ronaldo Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...