Virgilio Sport

Mondiali atletica, quanta Italia in finale: Fantini in un lancio, Battocletti vicina al record nei 5000, Cestonaro e Derkach ok nel triplo

Il quinto giorno del Mondiale di atletica porta in finale diversi atleti azzurri. Delusione per Tortu, Desalu e Furlani. Elisa Molinarolo nel salto con l'asta femminile chiude la sua finale al nono posto

23-08-2023 23:41

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

Dopo la delusione per l’uscita anticipata in batteria nei 200 metri di Filippo Tortu e Fausto Desalu, quella di Mattia Furlani nel salto in lungo e di Elena Bellò negli 800 femminili, la giornata azzurra al Mondiale di atletica di Budapest regala non poche soddisfazioni, con le finali nelle rispettive discipline per Claudio Stecchi, Sara Fantini, Ottavia Cestonaro, Dariya Derkach e Nadia Battocletti. Missione semifinale compiuta, invece, per la duecentista, Dalia Kaddari, e per Eloisa Coiro negli 800 donne.

Delusione per Tortu, Desalu, Furlani e Bellò

La mattinata del Mondiale azzurro a Budapest non si era aperta nel migliore dei modi con l’eliminazione eccellente dei campioni olimpici nella staffetta 4×100 a Tokyo, Tortu e Desalu, quella del diciottenne astista Furlani, al suo primo Mondiale, e di Bellò che, pur chiudendo da quinta la sua batteria, paga i 2’01”38 che non le permettono di raggiungere la semifinale negli 800 femminili.

Stecchi in finale, semifinale per Coiro e Kaddari

Nella medesima disciplina arriva, invece, la gioia della ventiduenne Eloisa Coiro, che avanza in semifinale con il tempo di 2’00”36. Semifinale anche per Dalia Kaddari, che è protagonista di un ottimo crono, che la porta a soli undici centesimi dal record italiano. Gioia, invece, per Claudio Stecchi, che dopo quello di Doha nel 2019, conquista la sua seconda finale in carriera saltando 5,75 al terzo tentativo: appuntamento sabato alle 19.25.

Fantini, finale nel martello al primo lancio

Ottime notizie anche dal lancio del martello femminile, con il bronzo europeo, Sara Fantini, a strappare il pass per la finale facendo registrare il proprio miglior lancio stagionale al primo tentativo: 73,23, bastavano 73,00 metri. Dopo il quarto posto nella passata edizione dei Mondiali, a Eugene, la possibilità di centrare una medaglia andrà in scena domani sera, giovedì, alle 20.15.

5.000 metri femminili, Battocletti in finale, Cavalli eliminata

Gioia mista a delusione nei 5.000 femminili, che vedono la spettacolare prova della campionessa europea under 23, Battocletti: settimo posto in 14:41.78 – a un soffio dal ritoccare il proprio record italiano – e pass per la finale in tasca per la trentina. L’altra faccia della medaglia è l’eliminazione di Cavalli che, dopo le fatiche dei 1.500 ha completato la prima batteria in fondo al gruppo, con la diciassettesima posizione in 15:32.95. Finale sabato alle 20.50.

Salto triplo femminile, Cestonaro e Derkach in finale

Il salto triplo femminile sabato vedrà ben due azzurre in finale. Si tratta di Cestonaro e Derkach, che hanno superato il penultimo atto con due ottimi salti: nono posto con 14,20 per la vicentina, che piazza il miglior salto personale in stagione. 14,15, invece, per campionessa nata in Ucraina. Appuntamento venerdì alle 19.35.

Asta femminile, Molinarolo nona in finale

In serata, dopo un avvio più che promettente, Elisa Molinarolo deve accontentarsi del nono posto nella finale del salto con l’asta femminile. Il primo tentativo ha visto l’astista di Soave superare splendidamente i 4,30 e i 4,50. A compromettere la finale sono, però, i tre errori con l’asta posta a 4,65. Il titolo mondiale va ex aequo alla statunitense Katie Moon e l’australiana Nina Kennedy, che arrivano a 4,90 e decidono di dividersi l’oro.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...