,,
Virgilio Sport SPORT

Oriana Sabatini, la compagna di Dybala e la sua bisessualità

Figlia di Osvaldo Sabatini e dell'attrice Catherine Fulop, Oriana ha contratto con il fidanzato il coronavirus. Modello e riferimento per il suo pubblico ha deciso di parlare apertamente della sua sessualità su Instagram

Oriana Sabatini, semplicemente Oriana, ha condiviso l’esperienza – sconosciuta e drammatica e forse addirittura ancora incomprensibile – di affrontare il calvario della malattia con il suo fidanzato, Paulo Dybala. Con loro i compagni di squadra dell’attaccante argentino della Juventus, Blaise Matuidi e Daniele Rugani, e migliaia di persone i cui volti, le cui storie emergono con la prepotenza e la rabbia di quanti hanno versato un tributo molto, troppo elevato in questa pandemia. Oriana ha sempre avuto grande consapevolezza di essere un riferimento per la sua generazione e così appare e si mostra sui social.

Oriana Sabatini e Paulo Dybala: il calvario dopo il tampone positivo

Oriana ha scoperto di aver contratto il coronavirus quando il primo giocatore di Serie A, il difensore bianconero Rugani, è risultato positivo al tampone imponendo di fatto a compagni e parenti e conviventi l’iter indispensabile a comprendere se tra loro vi era chi si era infettato, rimanendo anche asintomatico. Così è stato, per Dybala e Oriana: positivi. Oriana ha fornito costantemente la sua testimonianza, da autentico modello e ha manifestato anche dopo la malattia il senso di responsabilità che avverte.

Oriana su Instagram: “Sono bisessuale? Credo di sì”

Attraverso i social, Oriana ha affrontato e affronta temi vicini alle adolescenti e alla sua generazione: dal body shaming, ai disturbi alimentari, alla sessualità. Il fatto di non definire il suo orientamento la conferma come una donna solida, determinata a superare le barriere, le sovrastrutture anche in materia di sessualità.

“Sono bisessuale? Credo di sì”, ha risposto su Instagram la cantante e attrice argentina

Oriana Sabatini, la star argentina figlia e nipote d’arte

La madre di Oriana, l’attrice venezuelana naturalizzata argentina Catherine Fulop, aveva gridato la propria paura e la propria rabbia contro Paulo, reo di aver infettato – involontariamente – la figlia. La Sabatini, legata da più di due anni a Dybala vive con lui a Torino, lontana dall’Argentina e dai suoi impegni artistici e professionali.  E dalla famiglia: purtroppo anche Catherine è stata poi colpita dal Covid, mesi dopo rispetto ad Oriana e Dybala.

Il legame con la famiglia è comunque molto forte, saldo. Figlia di Catherine Fulop, protagonista tra l’altro di telenovelas di culto anche in Italia come Marilena e La ragazza del circo andate in onda su Rete 4, e di Osvaldo Sabatini, oggi imprenditore ma ieri attore e produttore nonché fratello della campionessa di tennis Gabriela, Oriana è cresciuta sotto i riflettori e l’attenzione dei media. Entrata giovanissima nel cast della soap opera Aliados, ha poi concentrato le sue doti artistiche sulla musica diventando una pop star sudamericane più celebri in brevissimo tempo.

Nel 2017 ha aperto il concerto dell’amica Ariana Grande e dei Coldplay, dopo aver conquistato le classifiche con Love me down easy. Proprio l’amore per la musica ha consentito a Dybala e a Oriana di trascorrere giornate casalinghe più proficue e interessanti, nel corso del loro forzato e necessario isolamento.

Le dichiarazioni sulla malattia e i momenti difficili di Dybala e Oriana

Soprattutto lei ha risposte alle domande scomode, ha rilasciato dichiarazioni e interviste per aggiornare sul loro stato di salute e la lotta contro la malattia che li ha tenuti in sospeso molto tempo prima di risultare negativi. Fino a quando, come annunciato da lei stessa, non sono stati negativi al tampone di verifica (il secondo), sia Paulo sia Oriana.

A volte esponendosi anche a critiche superflue. Qualche follower e alcuni siti non hanno gradito i suoi commenti e le foto della guarigione e Oriana ha rispedito le critiche al mittente:

“Vedo che le mie dichiarazioni sulla mia prima uscita dalla quarantena hanno generato un certo disagio in alcune persone. Ho chiaramente MOLTO altro da dire oltre al fatto che è stato “strano”, dato che ho anche molto da raccontare sui 61 giorni in quarantena. Metà dei quali da infetta. Se volete parlare di cose serie, sapete dove contattarmi. Tutti quei siti sanno che hanno il mio telefono visto che mi hanno importunato in tutto questo tempo. Ho detto quello che ho detto perché posso, e perché volevo fare un commento leggero. Vedo che anche oggi non si può”, ha sbottato la compagna di Dybala sui social.

Ha compito 24 anni lontana da genitori, la sorella e i suoi amici che ha visto grazie alle piattaforme digitali che tutti abbiamo imparato a conoscere e ad utilizzare durante il lockdown. Con lei, a soffiare sulla candelina, Paulo Dybala che le ha riservato dediche su dediche.

Una prova a distanza per l’intera famiglia Sabatini. La 24enne ha celebrato con un video commovente il compleanno del padre Osvaldo, il quale si è lasciato andare all’emozione ascoltando la voce della figlia. Un grande abbraccio a distanza, visto che i due genitori e sua sorella Tiziana sono rimasti in Argentina, in attesa di poter guardare finalmente con il filtro della memoria la sofferenza, fisica e psicologica, scaturita dal Covid.

VIRGILIO SPORT | 21-01-2021 11:05

Oriana Sabatini, la compagna di Dybala e la sua bisessualità Oriana Sabatini, la compagna di Paulo Dybala Fonte: Screenshot tratto da Instagram

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...