Virgilio Sport

Pellegatti ricorda monetina Alemao e gol Muntari: rivolta sul web

Polemica sui torti storici subiti dal Milan e i cambi di regole postumi come sul gol di Ibra a Firenze

07-05-2020 09:57

Pellegatti ricorda monetina Alemao e gol Muntari: rivolta sul web Fonte: Ansa

Hanno scatenato un putiferio le dichiarazioni rilasciate dal designatore Nicola Rizzoli a Sky Sport. Non solo per l’episodio di cui si parla da una settimana, l’audio “misterioso” di Inter-Juve sulla possibile espulsione di Pjanic, ma anche per alcune interpretazioni che cambieranno. Tra queste quella sul fallo di mano che hanno fatto stizzire i tifosi del Milan, primo fra tutti Carlo Pellegatti che ha ricordato anche altri torti del passato subiti dal Milan, rivangando episodi storici come la monetina di Alemao e il gol di Muntari.

Rizzoli: “Gol di Ibra a Firenze sarà regolare”

Nel suo intervento a Casa Sky Sport, il designatore degli arbitri di serie A, Nicola Rizzoli ha fatto chiarezza anche sulla nuova interpretazione della regola sul fallo di mano che, nel caso di un gol fatto, riguarderanno la tempistica e l’immediatezza. In sostanza, per fare un esempio, Rizzoli chiarisce: “Con la nuova regola, il gol di Ibrahimovic a Firenze sarebbe stato regolare. Sarebbe gol perché c’è una tempistica molto lunga e tre dribbling prima che lui calci in porta”.

L’ira di Pellegatti: “Le regole cambiano dopo i torti l Milan”

Nel suo consueto video-editoriale di ogni giorni, il giornalista, tifoso e storico del Milan, Carlo Pellegatti si è lasciato ad uno sfogo condiviso da molti tifosi rossoneri sul web già da ieri sera dopo le parole di Rizzoli. Il titolo del video sui social di Pellegatti è tutto un programma: “Dopo uno sfregio è tardi per riparare il capolavoro“. Il riferimento è indubbio al gol annullato a Ibrahimovic a Firenze, che lo stesso Pellegatti aveva definito “come sfregiare la Gioconda” sottolineando che il cambio delle regole è solo “una magra, molto magra consolazione”.

Pellegatti va oltre ricordando come nel passato il Milan abbia sempre subito dei torti a cui hanno fatto seguito delle ammissioni di colpe o dei campi di regolamenti “postumi”. Il giornalista Mediaset parte da un lontano Juve-Milan del ’72 con fallo dubbio di Morini su Bigon che lo stesso arbitro Concetto Lo Bello riconobbe come possibile errore in una storica moviola della Domenica Sportiva.

Più recente ma passato alla storia è la monetina di Alemao, episodio discusso come non pochi nella storia del calcio italiano che portò al Napoli la vittoria a tavolino a Cesena, determinante nella corsa scudetto proprio col Milan. “Successivamente – dice Pellegatti – la regola sulla responsabilità oggettiva delle società in casi come questo cambiò…”

E poi come non ricordare, da parte di Pellegatti, il famoso “gol di Muntari” contro la Juve che l’arbitro Tagliavento non vide. “Solo qualche stagione dopo hanno introdotto la gol line technology ma non si può tornare indietro…”.

Tifosi del Milan in rivolta sul web

I tifosi rossoneri stanno con il loro illustre rappresentante e sui social i commenti impazzano: “Non illudiamoci. Gli arbitri troveranno sempre nuove soluzioni per fregarci,ormai è diventata una tradizione del campionato italiano…”; “Purtroppo capita sempre al MILAN di subire certe ingiustizie. Da cinquanta anni che seguo la nostra gloriosa squadra ne ho viste di ingiustizie subite. Raramente queste cose sono capitate alla Juventus”; “Sostanzialmente siamo artefici del miglioramento delle regole ma a nostro scapito!”.

In particolare l’episodio della monetina di Alemao scatena i fan più agèe: “Ricordo la pantomima di Alemao a Bergamo nel 1989/1990 invitato dal massaggiatore Carmando a buttarsi a terra per far vincere a tavolino la partita al Napoli, che valse la vittoria dello scudetto a discapito del Milan”. Ma un tifoso del Napoli risponde per le rime: “Dove vai con questa faccia da culo che non nasconde quanto sei deficiente! Alemao fu realmente colpito, con un taglio evidente”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...