Virgilio Sport

Qatar 2022, possibile focolaio Covid-19 nella Francia: la situazione

Dopo aver battuto il Marocco, la Francia affronterà l'Argentina nella finale del Mondiale in Qatar 2022. Tra le fila dei transaplini torna però lo spettro del Covid-19.

Pubblicato:

La Francia ha battuto il Marocco nelle semifinali della Coppa del Mondo in Qatar e si è guadagnata l’accesso alla seconda finale consecutiva di un Mondiale. Nell’edizione del 2018 i transalpini ebbero la meglio sulla Croazia (battuta nelle semifinali di quest’anno dall’Argentina, che sarà la seconda semifinalista) ed è dal 1962 che una nazionale non vince due Mondiali consecutivi (il Brasile e l’Italia sono le uniche due nazionali ad aver vinto due titoli di fila, 1934 e 1938 per gli azzurri, 1958 e 1962 per i verde-oro).

Preoccupa in questi giorni il problema influenza nella nazionale francese, con alcuni giocatori già colpiti dall’indisposizione. Si cercano rimedi per la finale, con la paura Covid-19 sempre dietro l’angolo.

Mascherine nella zona mista della Francia

Il problema è iniziato già nel corso dei quarti di finale, nei quali la Francia ha battuto 2-1 l’Inghilterra. Dopo questo match è stato imposto a tutti i giornalisti, riporta la Gazzetta dello Sport, l’utilizzo della mascherina per entrare in zona mista, ovvero la zona addetta alle intervista post-partita.

Anche dopo la semifinale vinta contro il Marocco, la procedura è stata la stessa, coi giornalisti costretti a indossare di nuovo la mascherina per entrare in contatto coi calciatori.

Upamecano e Rabiot i primi colpiti, si teme per gli altri

I primi problemi sono sorti, nella rappresentativa francese, con le indisposizioni di Upamecano e Rabiot. Per quanto riguarda il difensore del Bayern Monaco, che ha accusato febbre e mal di gola, non ci sono stati problemi enormi ed è stato comunque in grado di andare almeno in panchina per la sfida col Marocco.

Più sfortunato il mediano della Juventus, che è stato costretto a letto data l’intensità dei sintomi. Tchouameni parla di “gel ricomparso sui tavoli” a specificare come la potenziale epidemia, che sia di Covid-19 o di semplice influenza, sia un pericolo reale per la nazionale francese.

Deschamps sicuro: “Problema aria condizionata”

La ragione per tutti questi casi di influenza, che potrebbero tranquillamente non essere correlati con l’epidemia di Coronavirus, potrebbe essere il massimo utilizzo di aria condizionata sia nelle zone residenziali delle squadre sia negli stadi, che sono stati costruiti con un impianto condizionate che ha scatenato molte polemiche tra gli ambientalisti (è stato calcolato che l’impatto ambientale di ogni singolo stadio per la Coppa del Mondo sia inquinante come 18.000 condomini americani in un intero anno).

Proprio del problema dell’aria condizionata ha parlato il tecnico transalpino Didier Deschamps:

“Non c’è particolare preoccupazione per una possibile epidemia, sono casi di febbre dovuti agli effetti dell’aria condizionata negli stadi e nei vari ambienti, acuiti dagli sforzi sul campo. Certo, ormai siamo sensibili a tutto ciò che è virale e abbiamo preso le dovute misure”.

Come riporta l’ANSA: “L’aria condizionata è presente quasi ovunque in Qatar, dagli stadi alle sale conferenze, dagli hotel alle palestre, mettendo a rischio la salute degli atleti che si sono già lamentati con l’organizzazione”.

Francia, la probabile formazione senza indisposizioni

Sperando che tutti i giocatori siano al 100% in vista della finale della Coppa del Mondo, questa dovrebbe essere la probabile formazione della Francia:

Francia (4-3-3): Lloris; Koundé, Varane, Upamecano, Theo Hernández; Griezmann, Tchouaméni, Rabiot; O.Dembélé, Giroud, Mbappé. Ct: Didier Deschamps

Nel caso Upamecano e Rabiot non dovessero farcela, cosa al momento molto remota, i loro posti sarebbero presti da Ibrahima Konaté e Youssouf Fofana.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...