,,
Virgilio Sport SPORT

Sancho-Manchester United, falsa partenza: solo 2 tiri in 6 partite

L'esperienza di Jadon Sancho al Manchester United parte male: il classe 2000, arrivato per 85 milioni, ha concluso appena 2 volte verso la porta.

21-09-2021 23:03

Un lungo tira e molla con il Borussia Dortmund, prima di realizzare il suo sogno: tornare a giocare in Premier League. Per Jadon Sancho è stata l’estate del grande salto. Il calciatore inglese ha lasciato la Germania e il BVB per fare ritorno a casa, nel Regno Unito. Questa volta, però, il gioeilino classe 2000 ha ‘tradito’ il suo passato al City e si è trasferito nell’altra metà della città, ovvero nei ‘Diavoli Rossi’ del Manchester United .

È servito un assegno da 85 milioni di euro per convincere il Dortmund a dare il via libera alla cessione di Sancho. Un trasferimento che ha infiammato i tifosi del Manchester United, che al 21enne chiedevano (e chiedono) goal, assist e quel talento messo in mostra con la maglia giallonera.

“L’Old Trafford sarà il palcoscenico giusto per fargli esprimere il tutto quel talento che non ha mai mostrato e giocare ai massimi livelli” ha dichiarato l’allenatore dei ‘Red Devils’ Solskajer dopo l’arrivo di Sancho.

Ma l’inizio dell’avventura ha deluso le attese. Nelle prime sei apparizioni con la nuova maglia, Sancho non è riuscito a dare quell’apporto richiesto in fase realizzativa. Il bottino è di appena due tiri in porta, entrambi realizzati contro il Newcastle, e tre occasioni da goal create per i compagni di squadra. Troppo poco per uno come lui.

Roy Keane, leggenda del Manchester United , ha difesa Sancho ai microfoni di Sky Sports: “Da quanto è qui, due mesi? Ci sono stati molti cambiamenti, sono arrivati giocatori nuovo. Diamogli tempo. Sta ancora crescendo, è un giocatore giovane con addosso il peso di grandi aspettative. È arrivato in un nuovo club, in cui non sarà protagonista, e deve adattarsi “.
 

Arrivato in estate, al termine di Euro 2020, Sancho non ha svolto il ritiro in precampionato con il resto della squadra a causa di un problema fisico. Convocato contro il Leeds nella gara d’esordio di Premier League, il classe 2000 ha risentito fisicamente della mancata preparazione.

Solskjaer lo ha escluso a sorpresa nel big match contro il West Ham, a Londra, e si è detto soddisfatto per la prestazione di Sancho nel finale di gara. Poi la nuova bocciatura in Champions League, con la sostituzione nel primo tempo dopo l’espulsione di Wan-Bissaka. 

Con l’arrivo di Cristiano Ronaldo dalla Juventus, Sancho si è allontanato dalle luci dei riflettori. Una buona e una cattiva notizia per lui: da una parte avrà meno pressioni mentre dall’altra ci sarà ancor più concorrenza per una maglia da titolare.

Ora per il 21enne c’è un nuovo obiettivo da conquistare: riprendersi il posto da titolare. Una missione tutt’altro che semplice da portare a termine, ma che l’ex Dortmund vuole conquistare per dimostrare di valere gli 85 milioni spesi dal Manchester United per riportarlo in Premier League.

OMNISPORT

Sancho-Manchester United, falsa partenza: solo 2 tiri in 6 partite Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...