,,
Virgilio Sport SPORT

Sarri-Conte, la polemica non si spegne

Il tecnico della Juventus prosegue il botta e risposta con il collega dell'Inter alla vigilia del debutto stagionale dei campioni d'Italia in Champions League.

La Champions 2019-2020 della Juventus è iniziata… in ritardo. La conferenza stampa del tecnico Maurizio Sarri e del capitano Leonardo Bonucci alla vigilia della prima partita del girone, la più difficile sul campo dell’Atletico Madrid, si è infatti svolta con oltre quaranta minuti dopo quanto previsto dal protocollo a causa del tardivo arrivo dei bianconeri in Spagna.

Sarri però, che torna a misurarsi con la Champions due anni dopo l’esperienza con il Napoli terminata nella fase a gironi, non è sembrato spazientito, ribadendo la propria filosofia di calcio anche alla vigilia di un nuovo assalto della Juve alla coppa stregata:

“Siamo la Juventus, ogni volta che andiamo in campo l’obiettivo è vincere, però sappiamo benissimo che ci sono manifestazioni in cui questo obiettivo vale per 10-12 squadre che sono attrezzate come noi. In questo momento il calcio italiano non mi sembra che sia il favorito in questo tipo di manifestazione, purtroppo ci sono realtà molto più importanti di noi”.

“Dobbiamo affrontare queste partite con un livello di determinazione eccezionale, ma anche con leggerezza – ha proseguito Sarri dal ‘Wanda Metropolitano’ – Bisogna tornare a divertirsi in campo, senza la fobia di vincere che non è logica. La partita di domani sarà difficile, le squadre inglesi sono le migliori, ma l’Atletico è una delle squadre che può partire per vincere. Ha perso un giocatore straordinario ma ne ha preso un altro straordinario. Hanno giocatori di altissimo livello”

Decisa anche la replica a chi parla di una Juve con poca qualità a centrocampo e quindi poco portata a palleggiare: “Khedira è un giocatore globale. Sa difendere, attaccare, palleggiare. Matuidi è un campione del mondo in carica. La sua storia ci parla di un grande giocatore. Poi abbiamo giocatori subito dietro, che forse sul palleggio ci possono dare qualcosa in più. Però dobbiamo aspettare che siano pronti, perché hanno una storia particolare negli ultimi mesi. A centrocampo abbiamo sia la spada che il fioretto, Ramsey e Rabiot devono solo trovare la condizione migliore”.

Infine una battuta sulla polemica a distanza con il tecnico dell’Inter Antonio Conte, che aveva replicato alle parole di Sarri in merito al caldo che avrebbe condizionato la prova della Juventus contro la Fiorentina: “Non penso niente, credo che a Conte sia stato riferito qualcosa di errato. Io ho fatto un commento rispondendo a una domanda che riguardava noi, cioè la differenza tra la Juventus vista col Napoli e quella vista con la Fiorentina. Tra i vari motivi ho evidenziato la differenza tra giocare alle 15 e alle 21, ma mi riferivo a due partite nostre. Non ho tirato in ballo Antonio”.

SPORTAL.IT | 17-09-2019 20:09

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...