Virgilio Sport

Scontro Vieri-Cruciani su partite a porte chiuse, è polemica

Pareri diversi a Tiki Taka

25-02-2020 09:45

Scontro Vieri-Cruciani su partite a porte chiuse, è polemica Fonte: Ansa

Inevitabile? Giusto? Discriminatorio? La decisione di far giocare a porte chiuse solo alcune partite di serie A dopo l’allarme Corona Virus continua a far discutere. Mentre si cerca di razionalizzare un campionato che rischia di essere falsato (balla soprattutto la data per far giocare Inter-Sampdoria, che potrebbe essere disputata solo a maggio), a tener banco oggi è soprattutto la scelta di chiudere l’Allianz di Torino per il big-match di domenica Juve-Inter.

VANTAGGI – C’è chi parla di Inter avvantaggiata, chi pensa che non cambi nulla, chi trova contraddittoria la decisione. Anche a Tiki Taka, il talk show sportivo di Mediaset, il tema dei rinvii e delle partite a porte chiuse è centrale.

VIERI SI’ – Sull’argomento ha detto la sua anche Bobo Vieri. L’ex bomber dell’Inter precisa: «Anzitutto bisogna pensare alla salute degli italiani. Non ho mai giocato in uno stadio vuoto ma è giusto, bisogna pensare a tutelare tutti, questa è la cosa principale. Comunque credo che giocare Juventus-Inter senza tifosi cambi tanto, nell’economia del match, soprattutto perché stiamo arrivando al dunque del campionato”.

CRUCIANI NO – Polemico invece Giuseppe Cruciani. Il giornalista sottolinea: “Chiudere gli stadi per il Coronavirus è una scelta che non capisco. I tifosi della Juventus, ad esempio, andranno a Lione per l’andata degli ottavi di Champions League. E allora qualcuno mi dica qual è la differenza con la chiusura dell’Allianz Stadium per Juventus-Inter. Le possibilità di contagio sono le stesse”.

LA POLEMICA – I due si trovano in disaccordo anche sulle potenzialità scudetto della Lazio. Vieri dice: “La Lazio ha un vantaggio importante, che è quello di fare una sola partita alla settimana. Ma non ne parla nessuno».

LA REPLICA – Opposto il parere di Cruciani, che pure è tifoso biancoceleste: “Vero che la Lazio continua a vincere, ma questo può illudere. Ci sono di fronte squadre, come Juventus e Inter, che hanno speso tantissimi soldi e che hanno tanti nazionali. Non credo che i biancocelesti abbiano le stesse possibilità. Scaramanzia? No, è sano realismo. In questo momento la Juventus ha il 50% di possibilità di vittoria, l’Inter il 30% e la Lazio il 20%. Inoltre, non credo che giocare una volta a settimana sia per forza un vantaggio”.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...