Virgilio Sport

Serie A, Bologna-Inter: l'attenzione di Antonio Conte

La cura dei dettagli è la chiave dei successi dell'Inter e di Antonio Conte.

Pubblicato:

Serie A, Bologna-Inter: l'attenzione di Antonio Conte Fonte: Getty Images

Il tecnico dell’Inter Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa prima della sfida di domani sera, alle 20:45, contro il Bologna di Sinisa Mihajlović. L’ultimo successo del Bologna al Dall’Ara contro l’Inter in Serie A risale al febbraio 2002: da allora i rossoblu hanno raccolto solo tre punti in 14 gare interne contro i nerazzurri (3N, 11P).

Queste le sue dichiarazioni sui rossoblu:

“Ci aspettano tre partite in nove giorni, dobbiamo iniziare nel migliore dei modi. Affrontiamo un’ottima squadra guidata da un grandissimo allenatore. Sono aggressivi nel loro modo di giocare, ci stiamo preparando, sono rientrati tutti quanti”. Nonostante queste dichiarazioni sarà davvero dura per il Bologna, in quanto ha vinto solo due delle ultime 13 sfide di Serie A contro l’Inter (4N, 7P), successi arrivati negli ultimi quattro confronti, entrambi però al Meazza.

Poi una parola sul possibile Turnover dato il trittico di partite che attendono i nerazzurri:

“Io ho delle risorse e cerco di sfruttare nel migliore dei modi con le giuste scelte e l’equilibrio che ci serve. Provo sempre a sfruttare al massimo tutti i calciatori, sono tutti pronti a fare il loro dovere se chiamati in causa. Dobbiamo dare continuità di risultati, siamo stati bravi a dare questo pilottò di vittorie, mi auguro di non fermarci a Bologna. Conosciamo le difficoltà del caso, siamo arrivati a questo punto con tutto il lavoro duro che abbiamo effettuato fin qui”.

Questo è un anno molto particolare per molti componenti della rosa. La maggior parte dei giocatori infatti sono molto giovani, e questa è la loro prima volta in testa alla classifica di Serie A. Normale dunque che la pressione sia molto alta in tutto l’ambiente:

È la pressione che deve avere sempre una squadra come l’Inter. Capisco che per molti è la prima volta in testa alla classifica, noi dobbiamo pensare soltanto a noi stessi, senza guardare agli altri, concentriamoci su questo fino alla fine del campionato”. Anche se molto giovani, però, alcuni giocatori si stanno distinguendo anche in questa situazione, come per esempio Alessandro Bastoni che, al pari di Toni Kroos e Leon Goretzka, è il migliore in Europa per quanto riguarda l’inizio di sequenze di gioco su azione che sono concluse con un gol: ben 7.

Poi un punto sui singoli, tra cui Vecino, De Vrij e Handanovic:

“Samir si è negativizzato subito, ha potuto riprendere in maniera più celere rispetto agli altri. Vecino è tornato da tre giorni ad allenarsi con noi. De Vrij ieri ha fatto il primo allenamento con noi, è inevitabile che qualche strascico lo possa avere.Abbiamo cercato con lo staff di tenerli in buona condizione, lo abbiamo fatto anche con Vecino. Abbiamo bisogno di tutti”.

In ultimo un pensiero per Stefano Sensi, fresco di gol con la nazionale di Roberto Mancini:

“Sono felice per lui, si è sbloccato a livello mentale ed era molto importante. Noi abbiamo bisogno di tutti da qui alla fine”.

 

Tags:

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...