Virgilio Sport

Spagna, morte Alvaro Prieto non è stata accidentale? La testimonianza choc

Nuove rivelazioni sul giovane del Cordoba, morto folgorato in una stazione ferroviaria, secondo la madre di un amico le cose sono andate diversamente

20-10-2023 16:00

Dario Santoro

Dario Santoro

Giornalista

Da sempre amante dello sport. Già dall'età di 18 anni ha avviato la carriera giornalistica come commentatore, inviato e conduttore televisivo. Laureato in Giurisprudenza con tesi sul Diritto Sportivo. Se fosse un calciatore sarebbe un centrocampista tutto-fare. Per Virgilio Sport si occupa della sezione calcio

Non si placano le polemiche e i retroscena sulla morte di Álvaro Prieto, giovane giocatore del Córdoba, trovato folgorato in una stazione ferroviaria. Le tv spagnole stanno scandagliando ogni particolare della vicenda e su Antena 3 è stata trasmessa la testimonianza della madre di un amico del ragazzo che ha dato una versione dei fatti sorprendente.

Una donna accusa le ferrovie spagnole

La donna dice di conoscere Alvaro Prieto da quando lui aveva solo tre anni e assicura di avere testimoni pronti ad assicurare che l’ex giocatore sia stato maltrattato alla stazione ferroviaria quando ha chiesto aiuto per tornare a casa: “L’hanno buttato per terra e non lo hanno aiutato. Lui voleva intrufolarsi su uno dei treni per tornare a Córdoba, dove viveva con i suoi familiari, non aveva i soldi per comprare un altro biglietto dopo aver perso quello che aveva acquistato. Il cellulare era scarico ma non gli è stata data la possibilità di caricare il telefono: Questo è tutto corporativismo”.

La donna ha aggiunto: Tutto questo è venuto alla luce grazie ad una soffiata”, contestualizzando le dichiarazioni di Tatiana e Luis, due testimoni che hanno affermato che Álvaro Prieto si era comportato bene mentre lo rimproveravano per aver tentato di nascondersi nel treno che era diretto a Barcellona e faceva tappa a Córdoba.

Le testimonianze divergenti sul caso Alvaro Prieto

Il dipendente della ferrovia, con cui Álvaro Prieto ha avuto un colloquio, ha testimoniato l’opposto, assicurando di aver assistito il giocatore, che avevano ritrovato il biglietto del treno che aveva smarrito e che gli era stato offerto aiuto per caricare il cellulare.

“Aveva il cellulare scarico, allora gli offro il mio caricabatterie e il collega gli dice anche dove caricarlo, il tutto per ritrovare il suo biglietto e aiutarlo a prendere il treno”.

Diversi giorni dopo la sua scomparsa, il corpo di Álvaro Prieto è apparso tra due vagoni ferroviari vicino al luogo in cui si era perso lunedì scorso. Sono state molte le persone, squadre di calcio ed enti diversi, che hanno voluto unirsi al dolore di coloro che circondano il giovane e esprimere le loro condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici.

Spagna, morte Alvaro Prieto non è stata accidentale? La testimonianza choc Fonte: Getty Images

Leggi anche:

ECampus

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lecce - Bologna

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...