Virgilio Sport

Supercoppa Spagna, 8 gol e spettacolo in Atletico-Real ma i tifosi arabi fischiano Kroos: ecco perché

Il Real Madrid ha staccato il pass per la finale della Supercoppa di Spagna al termine di un match ricco di colpi di scena contro l'Atletico: gol e fischi Al-Awwal Park di Riad.

Pubblicato:

Antonio Salomone

Antonio Salomone

Giornalista

Giornalista pubblicista. Lo affascinano, da sempre, le categorie minori e i talenti in erba. Ha fiuto per la notizia e per gli emergenti. Calcio, basket, motori: ci pensa lui

Il derby di Madrid è una delle partite più intense. Falli, cartellini e tante polemiche negli anni hanno fatto da cornice allo spettacolo della sfida tra Real e Atletico. In Arabia però i tifosi si sono divertiti, tanti gol e una semifinale di Supercoppa di Spagna sul filo del rasoio. I Blancos hanno avuto la meglio dopo i supplementari e ora sfideranno per il titolo la vincente tra Barcellona e Osasuna.

Supercoppa Spagna, Real Madrid in finale

Non sono bastati 90 minuti per decretare la finalista della Supercoppa di Spagna. Real Madrid e Atletico se le sono date come in un incontro di boxe. Un colpo dopo l’altro, fino al ko. Ad aprire le danze ci ha pensato Hermoso dopo appena sei minuti. Al 20′ però è arrivata la risposta di Rudiger e dopo appena dieci minuti il vantaggio firmato Mendy. Difensori protagonisti. I colchoneros non si arrendono e al 37′ riprendono il match con il solito Griezmann.

Nella ripresa cala un po’ il ritmo, ma al 78′ un autogol di Rudiger fa impazzire Simeone. “Fino alla fine” è un motto che può descrivere anche i Blancos. Negli anni ci hanno abituato a salvarsi al “punto di morte”. Ed ecco che a vestire i panni dell’eroe ci pensa Carvajal. Ai supplementari il primo tempo fila liscio, emerge un po’ di paura. A quattro minuti dalla fine arriva la doccia fredda per i biancorossi: l’autogol di Savic riporta avanti le merengues. A pochi istanti dal fischio finale, Brahim Diaz mette la parola fine e dà il via ai titoli di coda. A macchiare la grande partita sono stati i fischi per Kroos da parte dei sauditi. E la domanda sorge spontanea: qual è il motivo?

L’Arabia non dimentica: fischi per Kroos

Arabia Saudita? Si dice che lì si giochi un calcio ambizioso, ma tutto ruota intorno ai soldi. Alla fine, è una decisione per soldi e contro il calcio” – aveva commentato Kroos. Il centrocampista del Real Madrid non aveva preso bene la scelta di Gabri Veiga nel preferire la Saudi League a un’esperienza in Europa con un top club: Imbarazzante – una parola, tanti significati. A Sport Illustrated aveva poi aggiunto: La mancanza di diritti umani è ciò che mi impedirebbe di andare lì“. Gli arabi non hanno dimenticato queste dichiarazioni e gli hanno riservato un’accoglienza molto rumorosa all’Al-Awwal Park di Riad. Tanti fischi ad ogni pallone toccato e anche durante il riscaldamento pre-partita.

Il commento di Ancelotti e Kroos

“Non li capisco, davvero non li capisco”, è stata l’opinione di Ancelotti sui fischi in sala stampa. Dopo la partita, lo stesso Kroos ha voluto lasciare la sua impressione sui social network e, per farlo, ha ironizzato: “È stato divertente! Incredibili i tifosi”. La superiorità dei campioni.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...