Virgilio Sport

Tessera del tifoso: che cos’è e come funziona

Scopri tutto quello che c’è da sapere della tanto chiacchierata Tessera del Tifoso: cosa serve per sottoscriverla, quali sono le sue caratteristiche e le modalità di utilizzo

Pubblicato:

Vero e proprio caso politico e sociale, la tessera del tifoso ha diviso l’opinione pubblica fin dalla sua introduzione. Scopriamo che cos’è e come funziona.

L’introduzione della Tessera del Tifoso

Introdotta per la prima volta nel regolamento di accesso agli stadi il 14 agosto 2009 da una direttiva del Ministro dell’Interno del quarto Governo Berlusconi, Roberto Maroni, come documento per il controllo utile a limitare atti sconsiderati e criminali, così da semplificare l’identificazione degli autori di eventuali gesti inconsulti allo stadio durante una gara di una squadra di club o della Nazionale di calcio italiana, la Tessera del Tifoso ha, con gli anni e grazie alle iniziative delle società sportive, assunto il ruolo di vero e proprio strumento per fidelizzare i propri supporter da parte dei club.

Nel 2017, infatti, il protocollo d’intesa siglato da FIGC, CONI, Ministero dell’Intero e Ministero per lo Sport, ha reso obbligatoria la Tessera del Tifoso soltanto per le gare considerate “a elevato rischio per l’ordine pubblico”. Così, le società hanno iniziato a trasformare la Tessera da mero strumento di controllo a una sorta di vip pass (o member card) per accedere a servizi aggiuntivi e dedicati che permettono di rendere l’esperienza “stadio” il più possibile coinvolgente, soddisfacente e completa per i tifosi.

Che cos’è la Tessera del Tifoso

Nel concreto, la Tessera del Tifoso è una carta molto simile a una carta di credito e dotata di microchip e foto del legittimo proprietario che la ha sottoscritta. Rilasciata dalle società di calcio delle squadre che prendono parte ai campionati di calcio di Serie A, B e C, la Tessera del Tifoso permette di accedere a servizi speciali pensati appositamente per i tifosi.

Grazie alla sottoscrizione del documento, infatti, è possibile acquistare i biglietti per assistere dal vivo alle partite della squadra per cui si fa il tifo, in casa, ma anche in trasferta, e anche qualora ci dovessero essere eventuali limitazioni imposte dall’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive.

I vantaggi della Tessera: sconti e promozioni

Oltre a poter acquistare i biglietti per assistere a una partita dal vivo della propria squadra del cuore (sia in casa, sia in trasferta), la Tessera del Tifoso garantisce a chi la possiede di avere accesso a una prelazione di alcuni giorni rispetto all’apertura libera della vendita dei biglietti.

Permette di usufruire di promozioni e scontistica per l’acquisto di prodotti ufficiali del club e per accedere a convenzioni con società e aziende legate alla propria squadra. Senza dimenticare, la possibilità di velocizzare le operazioni di accesso agli impianti sportivi per la visione della partita.

Fonte: Ansa

Lo striscione esposto dai tifosi dell’Inter (Curva nord) in segno di protesta contro la tessera del tifoso

Come si ottiene la Tessera del Tifoso

Per ottenere la Tessera del Tifoso è sufficiente seguire la proceduta preposta da ogni club sul proprio sito Internet. Basta compilare i moduli scaricabili dal web con le proprie informazioni personali e i dati di un documento di identità in corso di validità. La Tessera viene, poi, rilasciata generalmente in un periodo compreso tra i sette e i trenta giorni. Per questo motivo, ovviamente, è consigliabile sottoscriverla per tempo in caso di voglia assistere a un particolare evento a cui non si vuole assolutamente mancare.

Ogni Tessera del Tifoso presenta una scadenza e non può essere rinnovata. Per ottenere il rinnovo, infatti, l’unica via è quella di ripetere la procedura per la sottoscrizione del documento, così da ottenere una Tessera del Tifoso completamente nuova. La precedente può essere tranquillamente cestinata o conservata come ricordo.

La Tessera del Tifoso è rilasciata da un circuito bancario o della Lottomatica, ed è una vera e propria carta di credito ricaricabile con una validità quinquennale. Dal 14 dicembre 2011, l’abbinamento della Tessera del Tifoso con carte di credito proposte da alcune società di calcio è stato dichiarato illegittimo dal Consiglio di Stato dopo un ricorso del Codacons.

Limitazioni ed esclusioni in caso di condanna

Come disposto dal Ministero dell’Intero, la Tessera del Tifoso non può essere sottoscritta da chi è stato condannato, anche senza sentenza definitiva, per reati commessi allo stadio da meno di cinque anni e da chi è sottoposto al divieto di accedere alle manifestazioni sportive, la cosiddetta DASPO.

Fonte: ANSA

Incidenti tra tifosi e polizia fuori dallo stadio di Barcellona

Quanto costa la Tessera del Tifoso

Il costo per sottoscrive la Tessera del Tifoso non è fisso, ma varia in base alle scelte di ciascuna società che la rilascia. In media, l’esborso si aggira, comunque, tra i dieci e venti euro, ma in molti casi è concessa gratuitamente ai tifosi che si abbonano per assistere alle gare casalinghe della propria squadra del cuore.

Sottoscrizione obbligatoria dai 14 anni

La Tessera del Tifoso è unica per tutte le squadre che si ha intenzione di supportare e seguire. La differenza tra il sottoscriverla con una determinata società risiede nelle offerte e opportunità che questa mette a disposizione dei propri tifosi. Ovviamente, ogni club tende a privilegiare i propri tifosi.

Chi è in possesso di Tessera del Tifoso ha la possibilità di acquistare fino a quattro biglietti, non necessariamente nello stesso settore dello stadio. Si possono, quindi, “ospitare” con la propria Tessera tre amici, che devono comunque presentare il proprio documenti d’identità al momento dell’acquisto del titolo di accesso allo stadio. La Tessera del Tifoso è obbligatoria solo per poter avere accesso al settore ospiti di ogni stadio italiano. La sua sottoscrizione è obbligatoria dai 14 anni, ma anche prima può essere sottoscritta.

Ogni club ha una Tessera personalizzata

Entrando nel dettaglio, delle società che permettono di sottoscrivere una tessera “personalizzata” fanno parte praticamente tutte le big si Serie A, con piani e livelli di sottoscrizione variabili. Quella Milan, per esempio, soprannominata Cuore Rossonero permette di acquistare biglietti in anticipo, anche in caso di restrizioni e in trasferta. La Tessera dell’Inter, Siamo Noi, è necessaria per sottoscrivere l’abbonamento e alle prevendite.

La Juventus, invece, prevede tre diversi livelli di Tessera del Tifoso. Dalla J1897 Membership alla Black&White Membership, fino alla Junior Black&White Membership. Ognuna con diverse possibilità. Quella del Napoli si chiama Fan Stadium Card, per l’abbonamento e i biglietti online. L’Ad Roma Card è quella dei giallorossi capitolini e registra i biglietti acquistati, con tanto di promemoria. La Millenovecento Card è quella dedicata ai tifosi della Lazio.

Un provvedimento non sempre apprezzato

L’approvazione della Tessera del Tifoso ha portato con sé una gran mole di polemiche, con il mondo degli ultras a opporsi fermamente al provvedimento appoggiandosi anche alla rappresentanza dell’avvocato Lorenzo Cantucci, per far valere le proprie ragioni nei confronti di una misura che è stata definita letteralmente “un provvedimento da Ventennio”. Non sono, poi, mancate prese si posizione estreme, come sciopero del tifo e i gruppi Ultras di Ternata, Atalanta e Lazio a sciogliersi come segno di estrema protesta nei confronti della Tessera del Tifoso.

Critiche sono arrivate anche da parte di istituzioni, personalità e autorità di primo livello del mondo del calcio. Dall’ex ct, campione del Mondo, Marcello Lippi, all’ora presidente UEFA, Michel Platini. Ma anche il presidente dell’AIAC, Renzo Ulivieri, quello del Torino, Urbano Cairo, il compianto presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, e poi Zdenek Zeman, Daniele De Rossi, Francesco Totti e molti altri, anche del mondo dello spettacolo.

Tessera del tifoso: che cos’è e come funziona Fonte: Ansa

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...