,,
Virgilio Sport

TOTS Cup: a Londra Italia sul podio sfiorando il colpaccio

Si è appena conclusa a Londra una delle prime competizioni giocate dal vivo post pandemia la TOTS Cup. Ottima prestazione per tutti i team Italiani, con i Mkers che hanno sfiorato il colpo grosso.

03-05-2022 10:10

Francesco Basile

Francesco Basile

eSport Web Editor

Nato con i videogame, è già un superesperto di eSports. Ha fatto nascere diverse iniziative di settore e sa tutto, ma veramente tutto, di quello che ruota dentro e intorno al mondo dello sport virtuale. Per Virgilio Sport approfondisce e racconta l’eSport a 360 gradi con l’esperienza di un giovanissimo veterano.

TOTS Cup: a Londra Italia sul podio sfiorando il colpaccio Fonte: Shutterstock.com

Si è appena conclusa a Londra una delle prime competizioni giocate dal vivo post pandemia la TOTS Cup. Ottima prestazione per tutti i team Italiani, con i Mkers che hanno sfiorato il colpo grosso.

La competizione

La TOTS Cup è stato in assoluto il primo torneo internazionale giocato due contro due ha visto contrapposti i sedici team vincitori dei Global Series Open e i sedici team FGS Master (qualificati automaticamente alla competizione), per un totale di 32 coppie partecipanti. Dopo i recenti rinvii e vari posticipi degli scorsi due anni dovuti alla pandemia, questa è stata una delle prime competizioni internazionali che si è giocata dal vivo.

Italia presente con tre coppie

Oramai i player nostrani sono una vera e propria realtà nell’ambito del competitive di FIFA, e non faccio eccezione le squadre. Anche in questa competizione la rappresentanza italiana non è mancata con ben tre squadre qualificate. Il team UT7 e i Mkers(presenti con due team qualificati). Gli uT7 arrivano alla competizione grazie alla qualificazione al Milan Open. Ottima prestazione da parte loro, che si portano a casa una top16 di tutto rispetto. Il duo composto da Danilo “Danipitbull” Pinto e Fabio “fabiorabi01” Rabindo, alla loro prima partecipazione ad un evento internazionale in LAN, si arrende agli spagnoli del Case Esport (team di proprietà del calciatore del Real Madrid Casemiro).

Mkers sfiora il colpo grosso

Come menzionato in precedenza, il team dei Mkers è stato l’unico in assoluto ad aver ottenuto la qualificazione con due coppie. Quella composta da giocatori tutti italiani, ovvero Cosimo Guarnieri e Daniele “Prinsipe” Paolucci e quella svedese con Oliver “OliBoli7” Uttgren e Mattias “OpTolle” Tolinsson. Cosimo e Daniele benissimo nella prima giornata, dove raggiungono la qualificazione senza troppi patemi. Male però nel primo match della Fase ad eliminazione contro il team TG.Nip formato da Levi de Weerd e Olle “Ollelito” Arbin. Decisiva poi, la  sconfitta con i Guild di Nicolas Villalba e NRaseck. La compagine svedese invece va ad un passo dal jackpot. Il fortissimo due composto da  OliBoli7 ed OpTolle arrivano imbattuti fino alla finale dell’Upper Bracket, dove vengono fermati da Matias Bonanno e Alejandro “H1dalgo” Hidalgo del Team Heretics. La successiva sconfitta contro gli australiani dei Dire Wolves: Mark “Mark11” Zakhary e Mike “MikeJ” Jameson è devisiva per eliminarli definitivamente.

La finalissima è stata vinta proprio dal team degli Heretics che oltre al primo titolo nella storia della TOTS cup, sono tornati a casa con 100.000 euro.

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...