,,
Virgilio Sport SPORT

Tragedia nel motocross, il talento Rene Hofer muore a 19 anni

L'austriaco, sesto nel Mondiale 2021 MX2 e considerato tra i migliori talenti mondiali della specialità, è stato sepolto da una valanga mentre si trovava in vacanza con alcuni amici: i soccorsi, benché immediati, sono stati vani.

05-12-2021 09:57

Il mondo dei motori è senza pace in questo 2021 che porta un’altra tragedia, nonostante la stagione si sia ormai conclusa. Questa volta tocca al motocross piangere l’assurda morte di una delle sue promesse più fulgide, che ha perso la vita nel più atroce e assurdo dei modi.

Motcross, l’assurda morte di Rene Hofer

L’austriaco Rene Hofer, 19 anni, pilota MX2 della scuderia di casa KTM, è infatti rimasto sepolto sotto una valanga a Lackenspitze, mentre si trovava in vacanza con un paio di amici.

Secondo le prime notizie, la valanga avrebbe sorpreso un altro gruppo di 11 ragazzi e nonostante i soccorsi si siano attivati con effetto immediato, per Hofer e per altri due di questi 11 non c’è stato niente da fare.

Rene Hofer, i primi successi di una carriera da predestinato 

Rene avrebbe compiuto 20 anni a gennaio ed era universalmente riconosciuto dagli addetti ai lavori come uno dei futuri campioni del motocross, anche in virtù della prima, storica vittoria in carriera conquistata proprio in Italia, nella tappa di Arco di Trento, dove il 27 ottobre si è disputato il GP di Pietramurata valevole per il Mondiale 2021 MX2, chiuso da Hofer al 6° posto. 

Un successo storico, essendo il primo di un austriaco nel Mondiale motocross dai tempi di Heinz Kinigadner, che trionfò nel 1987 proprio in sella a una KTM, e che sarebbe potuto arrivare anche prima senza il grave infortunio alla spalla subito da Hofer nel 2020.

Campione del mondo 85cc e poi d’Europa nella classe 125, Hofer era stato in grado di bruciare le tappe, conquistando subito la fiducia di KTM che lo aveva fatto approdare in MX2 dopo una sola stagione in EMX250. Il suo talento motoristico e la sua vita sono stati spezzati nel più incredibile dei modi.

Da Dupasquier a Berta Viñales, il 2021 tragico dei motori

Per il mondo dei motori si tratta del terzo, gravissimo lutto di un 2021 da dimenticare. A fine maggio infatti aveva perso la vita Jason Dupasquier, pilota svizzero del team Pruestel, che rimase vittima di un gravissimo incidente durante le prove del GP d’Italia classe Moto3 al Mugello, venendo investito dal giapponese Ayumu Sasaki e poi dallo spagnolo Jeremy Alcoba.

A fine settembre, invece, era stata la volta di Dean Berta Viñales, giovanissimo pilota di Superbike, nonché cugino del pilota di MotoGP Maverick, scomparso ad appena 14 anni a causa di un incidente sul circuito di Jerez durante la Gara 1 del GP di Spagna della classe Supersport 300.

OMNISPORT

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...