Virgilio Sport

Trionfo Napoli, ma per i tifosi l'eroe non è un azzurro

Non solo la prestazione della squadra di Gattuso nei commenti post-gara

04-02-2020 09:22

Trionfo Napoli, ma per i tifosi l'eroe non è un azzurro Fonte: 123RF

Diego Demme e Rino Gattuso sono i personaggi che hanno ricevuto i maggiori elogi da parte dei tifosi del Napoli dopo il successo della squadra azzurra a Marassi contro la Sampdoria. Tuttavia c’è chi è riuscito ad attirarsi complimenti e attestati di stima ancora maggiori rispetto al centrocampista ex Lipsia – autore del gol che ha dato una svolta alla gara – e al tecnico azzurro. 

Le scuse di Ranieri

È Claudio Ranieri, allenatore della Samp che nel post-partita ha ammesso di aver sentito i tifosi doriani intonare gli odiosi cori di discriminazione territoriale nei confronti di Napoli e s’è scusato a nome loro davanti ai giornalisti in conferenza stampa. 

“Chiedo scusa a tutti i napoletani – ha dichiarato Ranieri -. Mi dispiace tantissimo, sono molto legato a Napoli e ho molti amici. Chiedo scusa a tutti i tifosi napoletani, i tifosi sampdoriano sono bravi, evidentemente erano un po’ arrabbiati con l’arbitro e si sono sfogati con quei cori che non c’entrano niente”. 

L’elogio dei tifosi azzurri

Parole che i tifosi napoletani sul web hanno molto apprezzato. “Grande Ranieri”, scrive Giovanni su una delle pagine Facebook frequentate dai supporter azzurri. “Ranieri è una persona perbene e si vede – aggiunge Vincenzo -. Contento che sia stato protagonista del miracolo Leicester”. 

“Un vero signore!! Giù il capello davanti a lui!”, il commento di Paolo. “Tutti gli allenatori dovrebbero avere la sua classe per non far morire questo sport”, spiega Cavaliere. 

Giuseppe, invece, ricorda come altri tecnici non si siano comportati alla stessa maniera in occasioni simili: “Bisogna essere andati all’estero per togliersi i tappi dalle orecchie (Allegri) oppure sentire e condannare solo quando si è toccati personalmente (Gasperini)”. 

Altri tifosi, come Ciro, si chiedono perché non sia intervenuto l’arbitro: “I cori li doveva ascoltare l’arbitro e l’ispettore della Lega… Ora avranno la solita multa di 10.000 euro, che col ricorso diventerà di 5.000! Evviva il paese dei balocchi!”. 

Leggi anche:

Caricamento contenuti...