,,
Virgilio Sport SPORT

Vettori senza freni: colpi bassi a McGregor, Adesanya e all'Italia

Il combattente azzurro: "Torno a novembre e voglio affrontare un top 5".

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Marvin Vettori è tornato a parlare del match valido per il titolo perso contro Adesanya: “Ho visto gli errori che ho fatto e ci sto già lavorando su. Lui più che forte è stato furbo, ma la furbizia fa parte del gioco. Ha vinto coi cartellini, va bene…”.

Sugli errori commessi, Vettori non ha dubbi: “Non sono riuscito a neutralizzare i low kick. Non mi hanno mai compromesso, però gli ho consentito di andare a bersaglio. E lui lì è stato freddo nel creare lo show dove lo show non c’era, non è andato a segno con null’altro che quei calci ma ha portato tutti dalla sua. Ha creato una cortina fumogena dove sembrava che avesse l’incontro sotto controllo mentre non era così. Il match l’ho fatto io, che cercavo sempre di portarlo giù, che spingevo. Lo scambio a viso aperto non l’ha mai accettato, quando l’ha fatto sono andato a segno…”.

Vettori consegna le armi al vincitore ma ribadisce: “Io so di essere più forte di lui. Ma devo dirgli bravo proprio per questo: ha portato a casa un match dove non era il più forte. E io potevo fare di sicuramente più”.

Secondo Vettori però, il rispetto nei suoi confronti dopo il match con Adesanya non è cresciuto: “Negli Usa mi hanno massacrato. Ma sono rimasto deluso anche dagli italiani, hanno descritto tutti un match diverso da quello che è stato. Gente che mi idolatrava poi subito dopo ha scritto degli articoli pieni di fesserie. Ho fatto una cosa in questo sport che nessun altro italiano è andato mai vicino a fare, ma non ho sentito quasi nessuno dalla mia. Come se non si aspettassero altro. Schivo un colpo io? Sono fortunato. Lo schiva lui? Bravissimo, l’ha previsto. Due pesi e due misure”.

Il combattente italiano sa già qaundo tornerà nell’ottagono: “Verso novembre. A fine luglio torno in California e mi rimetto sotto, vediamo chi ha gli attributi di combattere con me. E poi avanti per la mia strada fino a un’altra chance da titolo. Chi vorrei affrontare? Di sicuro affronterò un top 5, accetto chiunque, basta che sia sicuro che si presenti. Ma ai ranking non do molto peso: davanti ho gente che ha combattuto una volta in oltre un anno… So solo che nei pesi medi Ufc io, Adesanya e Whittaker siamo uno scalino sopra gli altri”.

Infine, Vettori chiude parlando della sconfitta di McGregor contro Poirier a causa di un infortunio: “Non ho niente contro Conor, non mi è mai dispiaciuto il personaggio. Anzi, vista la sua ascesa così forte ci stanno anche certe cavolate che ha fatto. Ma a livello sportivo non è più lo stesso. Non credo che ora si dia a incontri di esibizione o robe così: non ne ha bisogno, di soldi ne ha tanti ed è stato molto bravo a gestirli. Però per competere coi top della division ora è dura, vediamo anche come esce dall’infortunio”.

OMNISPORT | 15-07-2021 16:52

Vettori senza freni: colpi bassi a McGregor, Adesanya e all'Italia Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...