Virgilio Sport

Volley, Zaytsev: "Provo invidia per l'Italia di De Giorgi". E mette in forse l'addio: "Non so dove giocherò"

Lo Zar promette di fare un tifo sfegatato per gli Azzurri in VNL e all'Olimpiade e non conferma le voci: "Non so se Lascio Civitanova, non ho ancora preso decisioni sul futuro".

Pubblicato:

Rino Dazzo

Rino Dazzo

Giornalista

Se mai ci fosse modo di traslare il glossario del calcio in una nicchia di esperti, lui ne farebbe parte. Non si perde una svista arbitrale né gli umori social del mondo delle curve

L’ultima immagine di Ivan Zaytsev all’Olimpiade sono le lacrime di Tokyo per la sconfitta ai quarti contro l’Argentina. Poi è arrivato Fefé De Giorgi e il filo dello Zar con l’azzurro della Nazionale s’è spezzato, ma senza rancori o polemiche: da consumato uomo di sport (e di tv) Zaytsev sa che lo spettacolo può e deve andare avanti. Anche senza di lui. I risultati hanno dato ragione al nuovo corso del Ct e lui l’ha accettato serenamente. Anche se, ovviamente, gli avrebbe fatto piacere dare una mano. E magari vivere un’altra esperienza a cinque cerchi a Parigi.

Zaytsev e l’Italia: “Che invidia, ma forza Azzurri a più non posso”

Intervistato da Pierfrancesco Catucci per il Corriere della Sera nel corso di un evento milanese a cui ha partecipato come testimonial, Zaytsev ha confermato di guardare sempre con occhi attenti la Nazionale e di essere pronto a farlo anche nel corso di questa lunga primavera-estate: “Li guarderò con invidia… Speriamo che conquistino la qualificazione alle Olimpiadi il prima possibile, ma penso che sia questione di dettagli e di tempo. Gli auguro tutto il meglio per prepararsi al meglio per un appuntamento bello come le Olimpiadi. Io li sosterrò dal divano, a più non posso“.

Il futuro dello Zar: le voci di mercato e l’annuncio nei prossimi giorni

Nessuna conferma invece sulle voci che riguardano il suo futuro. Si è parlato di addio alla Lube Civitanova, di possibile approdo in Giappone, di eventuali avventure all’estero: Zaytsev non sa, o dice di non sapere nulla. “Il mio futuro? Dovremmo chiederlo a tanta altra gente, io non lo so”, spiega lo Zar. “Sinceramente non lo so, sono ancora indeciso, qualche decisione arriverà nei prossimi giorni“.

E se Zaytsev restasse a Civitanova? “Stiamo cercando di stabilirci lì”

Il divorzio dalla Lube, in ogni caso, non è così scontato: “Saluto Civitanova? Non lo so, non so se la saluto dal punto di vista sportivo; sicuramente non la saluto sotto il profilo familiare e di casa visto che stiamo cercando di stabilirci lì. Civitanova e la Lube hanno avuto due anni sicuramente complicati dove si è cercato di inserire nuovi elementi in squadra e purtroppo i risultati non sono dalla parte nostra. In due anni non siamo riusciti a portare a casa nemmeno un trofeo, situazione che h generato malumore nella proprietà e società, ma anche in tutti i giocatori. Fortunatamente ci siamo conquistati un posto in Europa con la finale per il quinto posto, ma è una magra consolazione per due anni non proprio esaltanti”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...