Virgilio Sport

Alex Zanardi compie 56 anni e festeggia nella sua villa: come sta adesso il campione paralimpico

Secondo le poche informazioni diffuse, anche dopo l'ultimo ricovero, il campione è stabile e può continuare il suo percorso riabilitativo a seguito dell'incidente in handbike del 2020

24-10-2022 16:17

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

Per essere un campionissimo, il suo compleanno è passato quasi inosservato: Alex Zanardi, l’uomo dell’impossibile, ha compiuto 56 anni domenica 23 ottobre nella serenità e nel calore della sua casa a Noventa Padovana dopo aver vissuto giorni complicati, resi ancora più difficili da un principio di incendio nella sua villa.

Il campione bolognese continua ad affrontare ogni prova impartendo una lezione a chiunque azzardi, con ammirazione e stima, un avvicinamento a questa esistenza, a conoscerla un po’ di più. L’ultimo incidente in handbike è un capitolo relativamente recente, in una vita che non è uguale a nessun’altra, per forza e coraggio e anche voglia di godersela appieno.

Zanardi: la morte di sua sorella e il primo, gravissimo incidente

Da sempre appassionato di motori, Alex ha dovuto superare il trauma della morte della sorella Cristina in un incidente stradale nel 1979. Come pilota ha affrontato un terribile incidente, che gli è costata l’amputazione di entrambe le gambe. E l’ultima prova: l’impatto devastante, durante la staffetta in handbike di Obiettivo Tricolore, che lo ha condotto a sfiorare, ancora una volta, una sfida per la vita.

Era il 19 giugno 2020, quando l’handbike di Zanardi si scontra frontalmente sulla statale di San Quirico contro un camion che procedeva in direzione opposta: Alex è finito contro la pedaline, riportando gravi conseguenze a livello neurologico e combattendo da allora una battaglia che prosegue ancora oggi, tra operazioni chirurgiche e riabilitazione. Un’impresa per la vita che gli è riuscita, ma di cui porta i segni come ha specificato sua moglie Daniela (che gli è sempre stata accanto, in questo lungo iter).

Fonte:

L’incidente in handbike di Zanardi

La strada per arrivare al pieno recupero si è rivelata tortuosa ed articolata: dopo le dimissioni da Siena e una breve pausa a Villa Beretta, specializzata nel recupero di pazienti gravemente toccati come Zanardi, le sue condizioni si aggravano e venne trasferito al San Raffele. Poi sono seguite altre operazioni e una lunga riabilitazione, il trasferimento a Vicenza e in un centro iperbarico assai noto, a Ravenna.

Due anni faticoso e importanti, per il campione paralimpico divenuto un simbolo dell’intero movimento e che ha emozionato e costruito con il suo esempio, con la fatica e la determinazione una pietra angolare su cui poggia questo sport.

Il rientro a casa dopo l’incendio

A casa, davvero, è rientrato circa un mese fa dopo l’ennesima assurda prova che lo ha costretto al ricovero: un incendio domestico, ad agosto 2022, che lo mette a dura prova e costringe i familiari a un ricovero imprevisto ma indispensabile.

Ora è nella sua dimora, circondato dalla moglie Daniela, il figlio Niccolò e le persone care che lo seguono in questo cammino verso un nuovo obiettivo. Oltre le 56 candeline.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Napoli
Inter - Atalanta
SERIE B:
Venezia - Cittadella
Pisa - Modena

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...