Virgilio Sport

Alisha Lehmann, chi è la calciatrice autentica superstar fidanzata con Douglas Luiz: stella della Juventus Women, influencer e attivista

La calciatrice svizzera è dotata di un patrimonio impressionante, secondo i media grazie ai social. Perché il guadagno non è solo calcio. Chi è, la storia con Douglas Luiz e il suo impegno civile

Pubblicato:

Elisabetta D'Onofrio

Elisabetta D'Onofrio

Giornalista e content creator

Giornalista professionista dal 2007, scrive per curiosità personale e necessità: soprattutto di calcio, di sport e dei suoi protagonisti, concedendosi innocenti evasioni nell'ambito della creazione di format. Un tempo ala destra, oggi si sente a suo agio nel ruolo di libero. Cura una classifica riservata dei migliori 5 calciatori di sempre.

L’estate che stenta ad arrivare non disturba affatto quel che implica l’avvio delle trattative e le relative operazioni che andranno a ridisegnare la geografia di un mercato che, fino ad ora, ha già suggerito riflessioni. Prendiamo la Juventus, alla ricerca di un centro di gravità permanente, a partire dal proprio allenatore dopo lo strappo con Max Allegri. Thiago Motta ha già manifestato alcune idee, secondo le quali ci saranno ingressi importanti ma cessioni altrettanto impattanti.

Uno dei nomi nuovi è Douglas Luiz, brasiliano dell’Aston Villa che presto potremmo vedere anche a Torino. Con lui arriverà un po’ di linfa nuova, un assetto diverso, idee diverse che rifetteranno il nuovo progetto. E con lui arriva anche la sua compagna, la calciatrice e influencer Alisha Lehmann. Un nome celebre nel calcio femminile che ha saputo interpretare la contemporaneità, grazie a un uso consapevole dei social e della propria immagine.

Alisha Lehmann star dell’ultimo Mondiale

Già nell’ultimo Mondiale femminile, dall’altra parte del globo, Alisha Lehmann è riuscita nell’intento di concentrare su d sé l’attenzione dei media, seducendo un pubblico trasversale di estimatori del calcio femminile e ricoprendo un ruolo – sociale e anche economico – che questo evento, nonostante le premesse non deponessero a favore di un esito scontato, ha acquisito. La sua capacità, non rara ma già matura, di catalizzare followers e investitori l’ha resa una delle protagoniste a prescindere – addirittura – dai risultati sul campo della sua Svizzera.

Accanto a Douglas Luiz (neo acquisto della Juventus) è ormai da tempo. La loro relazione è importante, li lega la passione per il calcio e molto altro, come hanno rivelato in un’intervista al Daily Mail, il brasiliano per la compagna ha migliorato il suo inglese e ha ammesso la sua incapacità di stare al seguito degli eventi e degli impegni della fidanzata.

Alisha Lehmann è una delle superstar del calcio femminile, in prima analisi. E non solo per le sue qqualità tecniche: le molteplici attività che la riguardano lo dimostrano, al pari di quell’impegno assunto su temi di stretta attualità e che, da influencer, conosce e vive con estrema frequenza.

Chi è la svizzera Alisha Lehmann

Svizzera, calciatrice dal curriculum notevole, Alisha Lehmann è una influencer sui social e dotata di un patrimonio che nulla ha da invidiare ai colleghi del più blasonato calcio maschile. La campionessa svizzera vanta più di 16 milioni su Instagram e oltre 8 su TikTok: premesse importanti per comprendere la portata del fenomeno.

L’ala svizzera, infatti, è le calciatrici più seguite al mondo. Più delle celebri colleghe Alexia Putellas, Alex Morgan e Megan Rapinoe e questo numero, che è solo un numero, è destinato a salire complice l’abilità nel gestire la comunicazione su queste piattaforme e i rapporti con gli sponsor.

Il patrimonio della campionessa

La cifra stimata per questa attività social è elevatissima: secondo l’ultima ricerca di Nielsen basata su InfluenceScope per un post brandizzato Alisha incassa oltre 300mila dollari, circa 307.352 per l’esattezza.

Secondo quanto riportato all’epoca del suo passaggio all’Aston Villa, lo stipendio di Lehmann si aggira intorno ai 160.000 sterline, mentre il suo patrimonio è stimato tra 500.000 e 1,2 milioni proprio grazie all’apporto derivante da contratti, accordi e sponsorship conquistati in questi anni dalla calciatrice classe 1999.

Una autentica influencer che ha messo in disparte il mito svizzero del tennis e dello sport, Roger Federer, figlio di un’epoca social differente che è stata contrassegnata dal divario di circa 4 milioni di followers tra i due.

La Swiss Queen

E già si spendono soprannomi, per Alisha, quali “Swiss Queen” e altri che, però, non esauriscono. Semplificano, com’è inevitabile per una protagonista dell’era digitale. “Le persone che mi conoscono mi vedono sempre e solo come calciatrice. Ovviamente ho tanti follower, lo so, ma non ho mai avuto questo come obiettivo. Io solo continuato sempre a giocare a calcio e a condividere alcuni momenti della mia vita. E questo è stato il risultato”, ha spiegato in un’intervista a SkySports.

Fonte: ANSA

Durante Svizzera-Ungheria durante la partita di qualificazione ai prossimi Europei

L’approdo in Inghilterra

Alisha Lehmann milita nell’Aston Villa, nella Women’s Super League dopo aver incominciato nella natia Svizzera, vicino Berna a tirare calci a un pallone. Il culmine nello Young Boys, che ha lanciato il suo nome nel firmamento calcistico e consentito che, poi, fosse notata dai grandi club inglesi.

In Inghilterra è arrivata grazie al West Ham, ha giocato nell’Everton per poi passare all’Aston Villa dove milita ancora oggi.

La relazione con Douglas Luiz

Proprio la sua esperienza in Gran Bretagna le ha consentito di incontrare e intrapradrendere una relazione con Douglas Luiz, senza mai risultare sopraffatta o oscurata dalla notorietà del fidanzato. Con lo stesso giocatore, a quanto pare consulentando i tabloid inglesi, non è stato sempre semplice: dopo una crisi importante, i due si sono riconciliati e hanno annunciato di essere di nuovo tornati assieme via Instagram.

Sui social c’è molto del suo privato (gestito e misurato), ma altrettanto del suo ruolo sportivo nella piena consapevolezza dei messaggi veicolati. Prima di tutto è e vuole rimanere una calciatrice: ha cominciato nel FC Konolfingen a 9 anni, quindi il passaggio allo Young Boys e nel 2016 l’esordio nella Serie A femminile svizzera. Poi gli inglesi del West Ham la strappano al club elvetico e la portano in Inghilterra, dove gioca.

Fonte: ANSA

Con i tifosi

La campagna per il calcio femminile

In una lunga intervista a Sky Sports UK, Lehmann ha ribadito il suo impegno contro il linguaggio ostile e violento sui social rivolto alle donne e ha sostenuto una campagna UEFA contro gli abusi online, contro commenti negativi e misogini sul calcio femminile.

“Ci sono sempre persone che non supportano il calcio femminile perché pensano che sia uno sport maschile. Molte volte la gente dice: ‘le donne non possono giocare a calcio, dovrebbero stare in cucina'”. “Ma quelle persone non hanno visto una sola partita di calcio. Questo è il problema, perché quando vengono alle partite e ci guardano, dicono: ‘Puoi davvero giocare’.

“Sai cosa penso in realtà? Ovviamente non è una cosa carina da dire perché ci alleniamo così duramente ogni singolo giorno, ma mi dà più forza”, ha detto a Sky Sport UK. Una militanza che anche nel rivelare a DirTea Talks la proposta indecente che le era arrivata, ha dimostrato di voler e poter scegliere ribadendo la libertà di azione e di autodeterminazione individuale a cui si sente chiamata.

Le critiche e le accuse sui social

Proprio agli haters è rivolto questo passaggio dell’intervista della Lehmann: “Sono solo annoiati nella vita e devono dire qualcosa. Ed è sempre facile dire cose dietro un computer, non credo che la gente starebbe di fronte alle nostre calciatrici e direbbe: ‘Non puoi giocare'”. A volte questi commenti possono rivelarsi dolorosi, avere un impatto profondo anche su chi come lei ha una certa dimestichezza con i social e con certe esternazioni: “Non mi interessa davvero, ad essere onesti. Semplicemente non leggo o guardo. Mi limito a spegnere e concentrarmi sui commenti positivi. È più per la mia famiglia, a volte mi sento male quando mia mamma mi manda delle cose. Le dico: ‘Non leggere questo, non lo leggerei mai’.

“Semplicemente non mi riguarda, poiché so che quelle persone non sono importanti. Sono forte in quello che sto facendo e se le persone non sono contente, allora è una loro scelta. Dopo tutto, le calciatrici vogliono solo giocare e vivere il sogno”. Un concetto che ribadisce anche in una diversa intervista, all’autorevole Times che tocca un tema tipicamente legato al pregiudizio che ancora oggi attraversa questo sport. “Mi è stato detto che non potevo indossare le ciglia finte quando gioco. Perché no?”.

La svizzera sui social non rinuncia a mostrarsi nelle sue sfaccettature, a pubblicare immagini che di volta in volta e in base agli sponsor la mostrano diversa. Agli scatti istituzionali alterna selfie e foto di gioco, perché Alisha Lehmann è portatrice di un messaggio di resilienza e sostegno alla cultura dello sport: “Voglio dimostrare che puoi essere chi vuoi e allo stesso tempo giocare a pallone”.

Alisha Lehmann, chi è la calciatrice autentica superstar fidanzata con Douglas Luiz: stella della Juventus Women, influencer e attivista Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...