Virgilio Sport

Allegri: senza il -15 noi 10 punti in più poi vuota il sacco su Vlahovic

Il tecnico bianconero prova a quantificare i danni della penalizzazione e sogna il riscatto col Napoli

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Soffia un altro vento ora sulla Juventus dopo la decisione del collegio di Garanzia del Coni di rilanciare la palla al centro annullando momentaneamente la penalizzazione ma se i vertici societari sono tutti impegnati nella strategia difensiva in vista dei prossimi passi giudiziari, per Allegri non cambia niente. Lui ha sempre fatto i conti con i risultati del campo ed intende continuare così, perché è ancora un rebus capire quale sarà la classifica reale di fine stagione. Meglio attenersi a quella virtuale che per ora vede la Juve terza a due punti dalla Lazio seconda e in piena corsa per la zona-Champions, raggiungibile peraltro anche attraverso l’Europa League.

Juventus, Allegri rivela l’obiettivo

Domani c’è il Napoli ed è quasi un cerchio che si chiude: dopo quel mortificante 5-1 dell’andata sono cominciati tutti i guai, con le dimissioni del Cda e tutto quello che è successo dopo. Allegri parte dal Napoli: “Si avvia a vincere lo scudetto meritatamente, sarà una gara difficile perché giochiamo contro una squadra forte, che è uscita dalla Champions giocando bene. Chi toglierei a Spalletti? Già gliene mancano due o tre quindi se li son tolti da soli. Da ora alla fine per noi sono 8 partite per fare più punti possibili per arrivare al nostro obiettivo che è il secondo posto”.

Juventus, per Allegri il Napoli ha ucciso il campionato

Dopo aver chiarito sulla situazione infortunati (“Fino a domani non darò i convocati, devo vedere come sta Bremer, De Sciglio comunque è a disposizione, Chiesa i minuti ce l’ha nelle gambe, vediamo come ha recuperato dopo aver giocato 90′ giovedì…”) Allegri torna all’andata: “Non c’è voglia di riscatto ma la voglia di battere la capolista che in trasferta ha vinto le ultime sette gare. Ha ucciso il campionato tenendo un ruolino di marcia impressionante. Dopo quella gara dell’andata abbiamo dovuto resettare tutto e cercare di risalire la china. Quello che è stato fatto è stato fatto bene ma da qui alla fine dobbiamo far meglio, possiamo conquistare due finali e prendere la Lazio che ora è al secondo posto”.

Juventus, Allegri si sbilancia sul campionato falsato

Solo 4 gol su 16 ultimamente sono arrivati dagli attaccanti: “E’ un momento in cui sono meno fortunati ma abbiamo attaccanti bravi che da qui alla fine torneranno a segnare e ci daranno una mano. Vlahovic non mi preoccupa per niente, l’ho visto sereno, è un percorso di crescita dove ha trovato difficoltà quest’anno ma non è diventato scarso. E’ un grande giocatore che deve migliorare come tutti. Deve rimanere sereno e tranquillo, non è lui il responsabile della Juventus”

Per molti questo è un campionato falsato: “Non lo so, so che noi abbiamo fatto quello che era possibile fare dopo il -15, ora dobbiamo pensare a quello che deve succedere da qui al 4 giugno. Come abbiamo fatto prima i punti li dobbiamo fare sul campo per centrare l’obiettivo Champions League. Non so dire se i punti tolti ci hanno compattato o meno, c’è stata una crescita generale, dai più giovani ai meno giovani, si è trovato un equilibrio all’interno della squadra ma magari se non ce li avessero tolti avremmo 10 punti in più”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...