Virgilio Sport

Atletica: Tamberi rivela l’ossessione Parigi, punta su Paltrinieri e Ganna e snobba Jacobs

Gianmarco Tamberi rivela la sua voglia di vincere l’oro olimpico a Parigi dove vorrebbe arrivare con il ruolo di portabandiera azzurra. Jacobs torna sulla sua decisione di andare negli Stati Uniti

Pubblicato:

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Per lui gli sport americani non hanno segreti: basket, football, baseball e la capacità innata di trovare la notizia dove altri non vedono granché

Gianmarco Tamberi e Marcell Jacobs sono loro i due volti dell’atletica italiana. Sono loro le speranze azzurre in vista delle Olimpiadi di Parigi 2024 con l’Italia che dopo Tokyo spera di vivere un’altra estate da sogno. Ma i due atleti azzurri arrivano all’appuntamento a cinque cerchi in maniera completamente diversa: Tamberi ci arriva infatti con il vento in poppa, mentre lo sprinter deve mettersi alle spalle due anni negativi.

Tamberi e l’ossessione Parigi

Nel corso di un’intervista alla Gazzetta dello Sport, Gianmarco Tamberi ha parlato della sua ossessione: Parigi 2024. L’atleta azzurra vuole chiudere il cerchio di una carriera fantastica provando a vincere il secondo oro a cinque cerchi: “Ho sparpagliato Tour Eiffel ovunque. Ne ho la casa piena; anche come sfondo del cellulare. Poi ne ho più penso all’obiettivo e resto concentrato. Non è un consiglio motivazionale; è una scelta mia e mi piace tanto. Punto tutto sulla doppietta olimpica: nell’alto nessuno l’ha mai centrata. Sarebbe grandiosa”.

Il sogno portabandiera

Nell’ossessione Parigi non c’è solo la voglia di conquistare un altro oro ma anche quella di arrivare nella capitale transalpina a incarnare il ruolo di simbolo dello sport italiano con il ruolo di portabandiera: “E’ un sogno enorme, ho fatto quello che potevo per realizzarlo ma ora non dipende da me. Ho massima fiducia in chi ne sarà il responsabile, Giovanni Malagò. Mi ha sempre messo nelle condizioni migliori possibili. Chi meriterebbe? Indico due nomi per tutti: Gregorio Paltrinieri e Filippo Ganna. Jacobs? A Tokyo ha fatto un’impresa pazzesca, dovesse replicarla a Los Angeles 2028 spetterebbe a lui, ora forse è presto”.

Jacobs, la scelta USA

Marcell Jacobs ha deciso di cambiare completamente vita, si è lasciato alle spalle il passato, ha chiuso il rapporto con l’allenatore Camossi ed ha deciso di volare negli Stati Uniti per rilanciare la sua carriera sotto la guida di Rana Reider. Nel corso di un’intervista con Style, l’azzurro è tornato sulla sua decisione: “Mi trovo bene e riesco anche a farmi capire. Con l’allenatore non ci sono problemi, con alcuni compagni c’è qualche difficoltà in più. Bromell parla uno slang del Sud della Florida e devo farmi ripetere le cose quattro volte”.

Ho passato la vita a prendere decisioni pensando agli altri – continua Jacobs – poi ho capito che non funzionava perché accontentare tutti è impossibile. Per cui ora decido per conto mio. D’altra parte anche se fossi rimasto in Italia, qualcuno avrebbe avuto da ridire”.

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Udinese - Roma
Inter - Cagliari
SERIE B:
Venezia - Brescia

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...