Virgilio Sport

Basket Serie A, Messina annuncia: "Dopo Milano, basta panchina". Poi il messaggio a Pozzecco

Ettore Messina parla del suo futuro dopo l'Olimpia Milano, dove ricopre un ruolo a tutto tondo nella gestione della squadra. Inoltre ha parlato del rapporto con Gianmarco Pozzecco

02-12-2023 22:13

Luca Santoro

Luca Santoro

Giornalista

Esperto di Motorsport ma, più in generale, appassionato di tutto ciò che sia Sport, anche senza il Motor. Dà il meglio di sé quando la strada fa largo alle due o alle quattro ruote

Quella con l’Olimpia Milano, iniziata nel 2019, sarà l’ultima avventura da tecnico per Enrico Messina. Il coach dal vasto curriculum di livello internazionale e relativa bacheca con oltre 30 trofei nei campionati di mezzo globo terracqueo, nel corso di una intervista rilasciata al podcast BSMT del conduttore radiofonico e grande appassionato di basket Gianluca Gazzoli, ha infatti tracciato quello che sarà il suo futuro dopo l’esperienza con l’EA7 Emporio Armani Milano.

Messina: “Al momento giusto farò il presidente, ne abbiamo parlato con la proprietà dell’Olimpia”

Messina non ha svelato una data precisa, ma ha le idee chiare sulla parabola che sta prendendo la propria carriera. Queste infatti le sue parole:

Quando riterrò che sarà il momento, farò il presidente. Questo è ciò che mi hanno chiesto Armani e Dell’Orco. Con loro mi trovo benissimo, e Milano sarà l’ultima tappa della mia carriera. Ma abbiamo ancora tanto lavoro da fare, vogliamo continuare a crescere”.

Le difficoltà dell’Olimpia Milano in questa stagione

Il presente dell’Olimpia è nel frattempo abbastanza fosco. Dopo la conquista della terza stella vincendo per due stagioni di fila (nel 2022 e nel 2023) lo scudetto, la squadra allenata dal coach ex Virtus ed ex Lakers sta percorrendo attualmente un tragitto accidentato, se non di vera crisi tra campionato ed Eurolega. L’attuale record, considerando tutti i fronti competitivi in cui è impegnata, vede l’Armani faticare con un 9-12: sesta in campionato a -4 dalla capolista Bologna, e quindicesima in Europa a -12 dalla vetta occupata dal Real Madrid.

La squadra sconta problemi a livello difensivo, come si è visto di recente nella sconfitta al Mediolanum Forum contro lo Zalgiris Kaunas (risultato finale di 70-83), a sua volta preceduta dal passo falso in campionato contro Pistoia. Paga inoltre l’assenza prolungata per infortunio di una pedina importante nella metacampo offensiva come Billy Baron. Urgerà rivolgersi al mercato per dare quel potenziamento utile alla squadra, e cercare di raddrizzare la barra di una stagione partita per niente bene.

Messina: “Voglio avere l’ultima parola su tutto, ecco perché”

In attesa che l’Olimpia ritrovi continuità sui parquet, magari nelle prossime tre roventi trasferte in Eurolega (si inizia contro il Bayern Monaco, e a seguire nelle prossime due settimane il Partizan e poi il Barcellona), Messina nella sua intervista ha spiegato il motivo per cui il suo ruolo va oltre quello di mero head coach: all’Armani infatti è anche a capo delle Basketball Operations.

Voglio avere l’ultima parola su tutto perché voglio evitare di trovarmi in una di quelle tipiche situazioni europee, dove c’è un tuo alter ego che sceglie i giocatori che poi ti dice che li alleni male. O in cui io alleno e penso che lui abbia preso giocatori scarsi. Succede sempre così. Non significa che scelgo io tutti i giocatori, però ho l’ultima parola. Se sono l’unico punto di riferimento, il giocatore sa perfettamente com’è la situazione”.

Poi l’ex coach degli Spurs ha ripercorso il suo approdo a Milano:

“Ricevetti una telefonata per un invito per parlare con il signor Armani e Dell’Orco. Mi hanno domandato che cosa avrei fatto sul piano sportivo e delle relazioni. Ho proposto una struttura simile a quella che c’è a San Antonio, che ho vissuto per cinque anni. Ma anche al CSKA Mosca e alla Virtus Bologna. Il signor Armani ha apprezzato la proposta e mi ha offerto il contratto”.

Messina su Pozzeco: “Un pezzo importante dell’Olimpia”

Infine, sulla chiusura si è parlato di Gianmarco Pozzecco. L’attuale ct della Nazionale italiana nel 2021 fu selezionato come assistente allenatore di Messina. Il connubio portò alla vittoria dello scudetto contro la Virtus e della Coppa Italia contro il Derthona. “Una esperienza importante e positiva”, così il tecnico siculo ha commentato la parentesi con Pozzecco sulla panchina. Poi ha proseguito:

“Lui è stato un pezzo importante della squadra che ha vinto lo scudetto. Ci ha dato tanto, anche se ci sono stati momenti un po’ complessi.

Ora è in Nazionale, in un ruolo che non è facile. Ma ha creato una squadra in cui si trova bene, con cui ha creato dei rapporti. Dovendo lavorare con un gruppo per un periodo limitato di tempo e con una grande pressione è importante riuscire a creare dei rapporti. Lui ci è riuscito. La capacità di costruire il gruppo è uno dei suoi punti di forza principali”.

Il sorteggio del Preolimpico per l’Italia di Pozzecco: girone di ferro per gli Azzurri

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Sassuolo - Napoli
Inter - Atalanta
SERIE B:
Venezia - Cittadella
Pisa - Modena

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...