Virgilio Sport

Biathlon, Wierer: “A Milano-Cortina vorrei esserci”

La campionessa azzurra guarda lontano: “Deciderò anno dopo anno cosa fare, mi pesa fare sempre le valigie, vorrei vedere crescere la famiglia”

16-05-2023 11:17

Biathlon, Wierer: “A Milano-Cortina vorrei esserci” Fonte: Getty Images

Dorothea Wierer, campionessa azzurra di Biathlon, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera in cui parla di passato, presente e futuro: “Da piccola mi vestivo da calciatrice e giocavo da sola: palleggiavo cercando di migliorare il record. A 15 anni ero spensierata e non credevo di diventare campionessa. A 20 ero un po’ pazza: uno spirito libero, mi piaceva ballare fino al mattino. A 25 stavo diventando professionista e ho capito di dovermi impegnare. A 30, nello sport, ho raggiunto il top. Oggi vivo la fase della donna sposata. Porta con sé la parte più bella: quello che ho fatto, ho fatto, tutto ciò che arriverà sarà in più, senza rimpianti per traguardi falliti”.

Il prossimo obiettivo, le Olimpiadi di Milano-Cortina, non sono proprio dietro l’angolo. Il piano della campionessa: “Non è semplice vincerle. E ci vuole fortuna. Mi piacerebbe esserci, ma vorrei avere una famiglia che cresce, una vita tranquilla, non fare sempre le valigie. Però quando vedo che ancora vinco, mi dico: sfrutta il momento. In me convivono due anime: tre anni non sono tanti, deciderò dopo ogni stagione”.

La rivalità con Lisa Vittozzi: “Non è stato un bel periodo per me. Ma non potevo farci nulla se io vincevo e lei no. Abbiamo stipulato una tregua? Sì, non ha senso pensare a certe cose. Però ci sono rimasta male”.

La questione spinosa del doping: “L’illecito c’è stato, soprattutto nei Paesi dell’Est. Oggi vedo una disciplina controllata e pulita, anche perché conta molto il tiro e se su questo fronte sei scarso, sei scarso”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...