,,
Virgilio Sport SPORT

Boxe devastata: Patrick Day è morto dopo giorni di agonia

Tragico l'epilogo dell'incontro che aveva segnato il pugile ventisettenne, apparso subito in gravi condizioni dopo il gancio alla decima ripresa

Non ha superato le conseguenze di un incontro fatale, che gli ha provocato una grave lesione cerebrale: Patrick Day non ce l’ha fatta. E a nulla è servito, purtroppo, l’intervento chirurgico al cervello effettuato nel tentativo di migliorare un quadro clinico apparso drammatico fin dai primi momenti.

Day alla decima ripresa è stato colpito da un gancio micidiale dell’avversario, Charles Conwell alla Wintrust Arena per i pesi superwelter.

Dopo il knockout le condizioni del pugile ventisettenne sono apparse subito “estremamente critiche”. Day aveva perso conoscenza e trasferito immediatamente in barella ed è stato ricoverato per un “grave trauma cranico” al Northwestern Memorial Hospital di Chicago.

“A nome della famiglia, della squadra di Patrick e delle persone a lui più vicine, siamo grati per le preghiere e le espressioni di sostegno e amore per Pat”, ha fatto sapere Lou Di Bella in una nota in cui ha ricordato anche la passione per il pugilato che aveva portato il suo Pat sul ring e la sua magnifica famiglia di origine.

Il suo promoter aveva comunicato quanto fossero molto compromesse le sue funzionalità vitali, subito dopo il ricovero: “Patrick è in coma a causa dell’infortunio che ha subito sul ring ed è in uno stato estremamente critico – aveva detto Di Bella, organizzatore dell’incontro, subito dopo la tragedia -. Siamo colpiti dall’afflusso di tifosi, preghiere e offerte di assistenza da parte dell’intera comunità del pugilato”.

Anche Conwell, l’avversario sul ring sconvolto per le conseguenze di quel colpo, aveva invitato tutti a pregare per la sorte di Day lanciando l’hashtag social #prayforpatrickday. Un altro lutto incomprensibile che colpisce il mondo del pugilato e segue, a pochi di distanza, l’altrettanto tragica morte di Maxim Dadashev.

VIRGILIO SPORT | 17-10-2019 09:55

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...