SPORT
  1. Home
  2. CALCIO
  3. SERIE A

Buffon, furiosa lite nello spogliatoio: il retroscena di Juve-Napoli

Il portiere sgrida i compagni ma c'è chi si è ribellato.

Come a Madrid, Gianluigi Buffon è stato protagonista di un altro sfogo epico dopo la sconfitta nel match scudetto contro il Napoli. Questa volta il portiere della Juventus non ha esternato la sua rabbia davanti alle telecamere e contro l’arbitro, ma negli spogliatoi dell’Allianz Stadium, sgridando apertamente i suoi compagni per il ko interno che ha riaperto totalmente i giochi per la corsa allo scudetto.

La Gazzetta dello Sport riporta di un clima molto teso: ultimo a rientrare nello spogliatoio dopo essersi complimentato con gli avversari, l’estremo difensore infuriato ha rimproverato i compagni per l’atteggiamento in campo, accusandoli di stare per gettare al vento la stagione: “Questa non è la Juve!”, avrebbe esclamato. L’esplosione d’ira ha creato una serie di reazioni, provocando soprattutto un botta e risposta carico di tensione tra il veterano e il difensore marocchino Mehdi Benatia, che ha risposto a tono al capitano. Sarebbero volati anche alcuni frutti, di solito utilizzati a margine delle partite per rifocillarsi.

Una situazione delicata che Massimiliano Allegri dovrà gestire per ritrovare la serenità necessaria e la concentrazione e tornare immediatamente in carreggiata: una ulteriore sconfitta, magari a Milano contro l’Inter, e il sorpasso del Napoli potrebbe portare a risvolti devastanti.

E’ forse il momento più complicato dei quattro anni del mister toscano, che dopo la partita ha voluto serrare le fila e ha tralasciato i problemi più scottanti, come la condizione di Higuain e la crisi di Dybala: “È stata una partita bruttissima da parte di entrambe le squadre, praticamente senza tiri in porta. Noi abbiamo avuto delle difficoltà, ma ciò nonostante potevamo e dovevamo portarla fino in fondo sul pari: purtroppo sul calcio d’angolo non abbiamo marcato e abbiamo preso gol. Era uno scontro diretto e il Napoli ha fatto quello che doveva fare, ha tenuto più palla e sono stati bravi nella pressione, quindi meritano complimenti. Non so se questa sia stata la peggior Juventus della stagione, considerate che di fronte avevamo un avversario forte come il Napoli, anche se qualcosa di meglio potevamo farlo. Qualche avvisaglia si è già vista nel match di Crotone, ma ormai è andata, dobbiamo guardare avanti. Credo che la partita decisiva sarà quella di sabato contro l’Inter: siamo ancora in testa al campionato, abbiamo due partite in casa e due fuori, ma quella decisiva sarà quella di Milano. Dobbiamo velocemente ripulirci da questa sconfitta, rasserenarci e rimetterci subito al lavoro, comunque credo che fino al 20 maggio il campionato sarà aperto”.

SPORTAL.IT | 24-04-2018 08:00

Buffon, furiosa lite nello spogliatoio: il retroscena di Juve-Napoli
Juventus-Napoli 0-1
Fonte: Getty Images

SPORT TREND