Virgilio Sport

Caos Serie A-Governo: partita sospesa, poi arriva il dietrofront

Il Ministro Spadafora valuta la sospensione della serie A a pochi minuti dal via delle partite.

08-03-2020 12:42

Caos Serie A-Governo: partita sospesa, poi arriva il dietrofront Fonte: 123RF

Incredibile caos in serie A. A pochi minuti dal via di Parma-Spal, il primo dei cinque recuperi della 26esima giornata di campionato che devono giocarsi oggi a porte chiuse, l’arbitro Pairetto ha fatto rientrare le due squadre negli spogliatoi.

La partita è stata posticipata di 30 minuti, poi di altri 15, poi ancora di mezz’ora (leggi la diretta). Il Ministro dello Sport Spadafora, infatti, sta valutando con la Figc la sospensione totale del campionato. Lega di Serie A è invece nettamente contraria, lo scontro con i club è durissimo.

Alla fine si è deciso di disputare in ogni caso il match del Tardini Parma-Spal, riprogrammato alle 13.45. Il resto delle partite di domenica si giocherà, ma la Figc ha indetto un Consiglio federale straordinario martedì per decidere come muoversi per le prossime giornate.

Questa la nota all’ansa del Ministro: “Condivido le dichiarazioni di Damiano Tommasi, Presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, e mi unisco alla sua richiesta. Non ha senso in questo momento, mentre chiediamo enormi sacrifici ai cittadini per impedire la diffusione del contagio, mettere a rischio la salute dei giocatori, degli arbitri, dei tecnici, dei tifosi che sicuramente si raduneranno per vedere le partite, solo per non sospendere temporaneamente il calcio e intaccare gli interessi che ruotano attorno ad esso”.

“Le società di calcio piuttosto valutino come superare le clausole vessatorie già all’attenzione dell’Antitrust per provvedere al rimborso degli abbonamenti e dei biglietti venduti per le prossime partite. Prenderò in considerazione nei prossimi giorni ogni iniziava utile anche legislativa per mettere ordine in un mondo che rischia di non rappresentare più valori etici e morali ai quali vorremmo che si ispirasse sempre”.

SPORTAL.IT

Leggi anche:

Caricamento contenuti...