Virgilio Sport

Chi è Rodri Sanchez, il pallino di Giuntoli che potrebbe arrivare alla Juventus

Baricentro basso, forte nelle gambe, gran dribbling e ottimo sinistro: la stellina del Betis e della Spagna U21 è nel mirino del neo-dirigente bianconero già dai tempi di Napoli

06-07-2023 11:31

Fabrizio Napoli

Fabrizio Napoli

Giornalista

Giornalista professionista, per Virgilio Sport segue anche il calcio ma è con la pallanuoto che esalta competenze e passioni. Cura la comunicazione di HaBaWaBa, il più grande festival di waterpolo per bambini al mondo

Un mancino dal grande potenziale, ma ancora tutto da esprimere. Così può essere descritto Rodri Sanchez, 23enne trequartista del Betis su cui Cristiano Giuntoli ha posato gli occhi quando era ancora il d.s. del Napoli e che ora potrebbe portare alla Juventus: tecnica, dribbling e gran piede, lo spagnolo potrebbe fare comodo a Max Allegri. Ma chi è davvero Rodri Sanchez?

Chi è Rodri Sanchez, pallino di Giuntoli per la Juventus

Nato nel 2000 a Talayuela, piccolo comune dell’Estremadura, Rodri Sanchez ha avuto una formazione calcistica complessa, che l’ha visto orbitare in alcune dei settori giovanili più prestigiosi di Spagna: Real Madrid, Atletico, Espanyol, Barcellona, Deportivo La Coruña e, alla fine Betis. Un girovagare figlio non di problematiche caratteriali del giocatore, ma solo della fortissima voglia di emergere di Rodri Sanchez, che a volte s’è dimostrato troppo impaziente. La svolta, per lui, è arrivato nel club di Siviglia: dopo un biennio di apprendistato nel Betis B, che aiuta a portare in Segunda Division B (la terza serie spagnola) segnando 6 gol nella stagione 2019/20, Rodri Sanchez viene aggregato in maniera stabile alla prima squadra del Betis, che lo fa debuttare a novembre 2020 nella Liga, nella sconfitta per 5-2 contro il Barcellona.

Rodri Sanchez e la cura Pellegrini

Inizia così l’ascesa di Rodri Sanchez, che nella stagione 2020/21 si ritaglia un ruolo da riserva nella squadra “dell’Ingegnere” Manuel Pellegrini, che ne centellina però l’utilizzo, ritenendolo probabilmente non ancora maturo per essere un giocatore titolare del Betis, anche perché davanti a lui il giovane spagnolo ha giocatori di esperienza e qualità come Fekir, Juanmi, Sergio Canales, la leggenda del club Joaquin. Nella scorsa stagione la nuova svolta: Pellegrini inserisce con maggiore continuità Rodri Sanchez nelle sue rotazioni, utilizzandolo non più soltanto come sulla destra (come trequartista nel 4-2-3-1 o attaccante nel 4-3-3), ma anche in posizione centrale o a sinistra. Rodri Sanchez alza il suo livello di rendimento, chiudendo l’annata con oltre 2mila minuti in campo e 39 presenze complessive condite da 2 gol e 7 assist.

Rodri Sanchez, stella della Spagna U21 nel mirino della Juventus

Al contempo, Rodri Sanchez diventa un punto fermo della Spagna U21: dopo 17 presenze, 3 gol e 2 assist, sabato il trequartista sarà in campo nella finale degli Europei di categoria contro l’Inghilterra.

Da d.s. del Napoli Giuntoli s’è appuntato il nome di Rodri Sanchez sul suo taccuino e ora pare intenzionato a portare il giovane spagnolo alla Juventus. Il trequartista ha velocità, tecnica, abilità nell’uno contro uno e un ottimo sinistro, oltre a una struttura fisica da gran giocatore: baricentro basso (è alto 175 cm), ma muscolatura importante nella metà inferiore del corpo.

Deve però diventare più concreto e aumentare il suo bottino di gol e assist. Per il neo-dirigente juventino, Rodri Sanchez non tarderà a compiere questo ultimo step. Più difficile sarà riuscire a strapparlo al Betis, che lo scorso anno gli ha rinnovato il contratto fino al 2026 inserendo una clausola rescissoria da 40 milioni di euro.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Milan - Atalanta

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...