,,
Virgilio Sport SPORT

Conte va alla carica contro Zazzaroni

Il Corriere dello Sport, diretto dal giornalista bolognese, nel mirino del tecnico dell'Inter.

Firenze è ancora amara per Antonio Conte. Sei anni dopo la clamorosa sconfitta subita alla guida della Juventus, da 0-2 a 4-2, il tecnico salentino incassa la beffa del gol del pareggio della Fiorentina al 92’. La prodezza di Dusan Vlahovic chiude la settimana da incubo dei nerazzurri, eliminati dalla Champions, raggiunti in testa alla classifica dalla Juventus e scossi dal caso della vigilia, ovvero la mancata conferenza stampa di Conte in protesta contro una lettera ritenuta offensiva pubblicata sul 'Corriere dello Sport'.

Conte è tornato sul tema al termine della gara contro la Fiorentina ai microfoni di 'Sky Sport', annunciando la decisione della società di adire le vie legali e affondando il colpo contro il quotidiano sportivo romano diretto da Ivan Zazzaroni, già nel mirino per altri titoli e notizie:

“La vicenda è nelle mani degli avvocati, a deciderlo è stata la società che si è attivata – ha detto Conte – Perché abbiamo colpito tutti? Se si vuole mandare un messaggio era l’unico modo. È stata una grave mancanza di rispetto e la cosa più grave è che l’Ussi pretende le mie scuse. Sono stato offeso e devo scusarmi? Si devono solo vergognare”.

Poi l'affondo verso il Corriere: “Un giorno facciamo il titolo in anticipo sulla malattia di Mihajlovic, un altro il titolo sul razzismo che imbarazza tutti, adesso la lettera. Bisogna mettere un freno, non è che chi ha una penna può mancare di rispetto a tutti”.

Conte ha poi commentato la partita: “Contro il Barcellona abbiamo pagato gli errori sottoporta e poi abbiamo concesso situazioni in cui si poteva fare meglio ed oggi ancora la stessa cosa. Peccato perché abbiamo dato una buona risposta, avremmo meritato qualcosa in più. Raccogliamo meno di quanto seminiamo c’è da migliorare in tutte le situazioni offensiva e difensiva".

Non manca il monito alla società sulla rosa corta: “Ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Non possiamo pensare di poter vincere ogni partita solo perché siamo l’Inter. Purtroppo giocano sempre gli stessi soprattutto in attacco: Lautaro e Lukaku stanno facendo bene, ma sette partite in 25 giorni si pagano, l’infortunio di Sanchez ci ha privato di un’alternativa importante".
 

SPORTAL.IT | 15-12-2019 23:54

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...