Virgilio Sport

Coppa Davis focus Italia-Olanda: avversari, chance e il peso di Sinner

Andiamo alla scoperta dell'Olanda di Paul Haarhuis, prossima avversaria dell'Italia, che potrà contare su Sinner, nei quarti di finale di Coppa Davis a Malaga

24-10-2023 18:13

Matteo Morace

Matteo Morace

Live Sport Specialist

La multimedialità quale approccio personale e professionale. Ama raccontare lo sport focalizzando ogni attenzione sul tempo reale: la verità della dirette non sono opinioni ma fatti

Staccato il pass per le Finals di Coppa Davis, che si terranno a Malaga dal 21 al 26 novembre, è tempo per l’Italia di Filippo Volandri di concentrarsi sui quarti di finale, dove saranno contrapposti all’Olanda di Tallon Griekspoor e Botic Van de Zandshulp, qualificata come prima del proprio girone. Gli azzurri potranno contare su un Jannik Sinner in più, presenza che potrebbe rivelarsi fondamentale per non giocarsi l’accesso alle semifinali nel match di doppio.

Scheda dell’Olanda

La storia dell’Olanda in Coppa Davis non è di certo delle più gloriose. In 95 edizioni da loro disputate, gli oranjes non si sono mai spinti fino all’atto conclusivo e il loro miglior risultato rimane la semifinale raggiunta nel 2001, quando riuscirono nell’impresa di eliminare Spagna e Germania, per poi cedere alla Francia futura vincitrice.

Nonostante queste premesse, l’Olanda non è assolutamente una squadra da sottovalutare. Si tratta di un movimento tennistico in crescita, come testimonia il fatto che per la seconda volta nella loro storia si sono qualificati ai quarti di finale in due edizioni consecutive. L’anno scorso, infatti, arrivarono primi nel loro girone precedendo Kazakhistan, Gran Bretagna e USA, per poi arrendersi ai quarti all’Australia, poi finalista.

La squadra olandese

Tra i convocati di Paul Haarhuis, capitano dell’Olanda, ci sono i due top 100 Tallon Griekspoor (attualmente n°25 ATP) e Botic Van de Zandschulp (n°65 ATP). Il primo sta vivendo la miglior stagione della sua carriera, durante la quale è entrato tra i primi 25 al mondo e ha vinto due tornei, Pune e ‘s-Hertogenbosch, oltre ad aver raggiunto la finale dell’ATP 500 di Washington poi persa contro Daniel Evans. Il suo bilancio in Coppa Davis è di 7 vittorie e 6 sconfitte.

Van de Zandschulp ha invece fatto qualche passo indietro in confronto agli ottimi ultimi due anni, in cui aveva raggiunto i quarti di finale agli US Open e il proprio best ranking di n°22 al mondo ad agosto 2022. Il n°2 d’Olanda rimane comunque un eccellente uomo Davis visto il suo bilancio di 7 vittorie e 3 sconfitte. Per il singolare la loro riserva è Gijs Brouwer (n°171 ATP)

La forza della squadra oranjes sta però nel doppio, dove può fare affidamento sull’ex n°1 ATP nella specialità Wesley Koolhof, attuale n°3 e vincitore quest’anno a Wimbledon con Neal Skupski. Al momento non sono però stati convocati né Jean-Julien Rojer, attuale n°16 ATP ed ex n°3 capace di conquistare tre titoli dello Slam nella categoria, né Matwe Middelkoop, n°39 del ranking.

Un Sinner in più: cosa cambia per Volandri?

Dopo aver saltato la fase a gironi a Bologna per recuperare le tante energie spese nei tornei in Nord America e perché consapevole che la qualificazione fosse un risultato alla portata dei suoi affidabili compagni, Jannik Sinner è stato convocato per Malaga. La sua presenza garantisce all’Italia un n°1 di primissimo livello, sulla carta inferiore al solo Novak Djokovic prendendo in considerazione tutti i singolaristi delle otto nazionali qualificatesi alle finals.

Assieme all’altoatesino per il singolare sono stati convocati Matteo Arnaldi, Lorenzo Musetti, e Lorenzo Sonego, con gli ultimi due che possono essere impiegati anche in doppio. Simone Bolelli è invece l’unico specialista del doppio a essere stato chiamato da capitan Volandri.

Cosa aspettarsi

L’Italia parte favorita sulla carta, ma saranno fondamentali i risultati dei due singolari, in cui gli azzurri devono cercare di far rispettare i pronostici e portarsi a casa subito i due punti della vittoria. Questo perché gli oranjes appaiono superiori nel doppio, da tempo punto debole della nostra squadra, e arrivare in una situazione di parità contro Koolhof potrebbe rivelarsi fatale per le sorti dell’Italia.

I precedenti

Altro aspetto che fa ben sperare i tifosi italiani è quello dei precedenti tra le due squadre che si sono affrontate in sette occasioni, in cui a trionfare sono sempre stati gli azzurri, anche se mai si sono incontrati da quando la Coppa Davis ha cambiato formula. Questi i precedenti:

  • 1926 – 2° turno, Italia-Olanda 3-2
  • 1931 – 2° turno, Italia-Olanda 3-0
  • 1933 – qualificazioni, Olanda-Italia 2-3
  • 1953 – qualificazioni, Olanda-Italia 0-5
  • 1957 – 2° turno, Olanda-Italia 0-5
  • 1972 – quarti, Italia-Olanda 4-1
  • 2010 – quarti, Olanda-Italia 1-4

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Udinese - Salernitana
Monza - Roma
Torino - Fiorentina
SERIE B:
Brescia - Palermo
Sudtirol - Lecco
Ternana - Parma

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...