,,
Virgilio Sport SPORT

Covid, caso tamponi: Lotito deferito, la Lazio rischia penalizzazioni

Il presidente biancoceleste è stato ascoltato ieri pomeriggio dalla Procura della FIGC in gran segreto

La Lazio adesso rischia davvero. Il presidente biancoceleste Claudio Lotito, ieri pomeriggio, è stato ascoltato in gran segreto dalla Procura della FIGC. Il procuratore federale Giuseppe Chinè ha deferito stamattina al Tribunale federale nazionale il club capitolino per responsabilità oggettiva, insieme al suo patron e i medici Ivo Pulcini e Fabio Rodia, per violazione dei protocolli sanitari Figc anti-Covid. Nel mirino sono finite le mancate comunicazioni alle Asl e gli allenamenti di alcuni giocatori della Lazio risultati positivi prima di Torino, Bruges e Juventus. I biancocelesti rischiano non solo una pesante multa, ma anche punti di penalizzazione(da 1 a 3, se non di più).

Ai microfoni di Repubblica, Lotito provò a fare chiarezza sulla vicenda: “Ma che vuol dire positivo? Positivo vuol dire contagioso, no? Anche nella vagina delle donne, di tutte le donne del mondo, ci sono i batteri. Ma mica tutti sono patogeni, solo alcuni in determinati casi lo diventano e degenerano. Ci stanno facendo il gioco delle tre carte. Nessuno vuol far giocare i positivi. Quando ho fatto medicina io, virologia era un esame complementare del secondo anno, giusto 200 pagine. Ora non so quante pagine sia. Ma pare che contino solo i virologi”.

Tra i giocatori risultati positivi, ci fu anche Ciro Immobile: “Il medico lo ha valutato, gli ha rifatto l’idoneità sportiva, la capacità polmonare a riposo e sotto sforzo e stava meglio di prima. Pensi che un altro giocatore che era risultato positivo ai test della Uefa si è andato a fare un tampone per conto suo. Ed è risultato negativo. Abbiamo scritto alla Uefa, perché una settimana prima ci avevano bloccato anche Pereira ma poi il giorno dopo ci avevano risposto che era negativo. Anche Tare è positivo. Ma oggi nessuno ti dice se uno infetta oppure no. Positivo vuol dire che puoi infettare. Per me la valutazione la deve fare il medico”.

Lotito provò a farsi promotore anche di un’iniziativa, attaccando il presidente del Torino e La Gazzetta dello Sport: “Ho chiesto a Gravina di introdurre una struttura unica che faccia i test per tutti, che imponga gli stessi parametri per tutti. Ho suggerito Federlab, che li fa già per la Serie C. Serve un ente terzo, così finisce la tarantella. Repliche di Cairo? Lui mi odia a morte dopo che ha perso con me, i suoi giornali mi attaccano per questo. Ma perde sempre, è ultimo in classifica”.

Alla Lazio non resta che difendersi: ci saranno tre gradi eventualmente per spiegare le proprie ragioni e ottenere l’eventuale proscioglimento, oppure patteggiare e ridurre la pena. Certamente non una buona notizia, che rischia di destabilizzare l’ambiente in vista dell’imminente match in Champions League contro il Bayern Monaco.

OMNISPORT | 16-02-2021 14:46

Covid, caso tamponi: Lotito deferito, la Lazio rischia penalizzazioni Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...